Tutto Sulle Ricette E Molto Altro Ancora

Contrasti al Doppio Cioccolato

Submitted by Vinaigrette on Dom, 04/12/2011 - 21:29
contrasti_al_doppio_cioccolato.jpg

Come ricominciare dopo una così lunga "pausa di riflessione" !? Con tante mini dolcezze come i pasticcini della foto dal nome già di per sè molto solleticante le papille gustative, naturalmente per gli apprezzatori del cioccolato in tutte le sue declinazioni, che poi, senza ricorrere a sondaggi e statistiche sofisticate, non si ha tema di ritenere che siano i più.

Ingredienti
gr 150 di farina
gr 40 di fecola di patate
gr 130 di burro
gr 30 di cacao amaro
1 cucchiaino raso di lievito in polvere
2 tuorli
gr 80 di zucchero
gr 100 di cioccolato bianco
zucchero semolato q.b. per la granella
Preparazione
In una terrina mescolate il burro ammorbidito a temperatura ambiente con lo zucchero e i tuorli, poi, in un colpo solo, aggiungete la farina setacciata, la fecola, il lievito e il cacao amaro. Formate una palla e fatela riposare in frigo per un'ora circa.
Riprendete la pasta, fatene tante palline, passatele solo per la parte superiore nello zucchero semolato, disponetele in una teglia rivestita di carta forno, praticate una fossetta al centro (secondo la ricetta con il dito indice, per Vinaigrette con il manico di un mestolo) mettete la teglia in freezer per pochi minuti, ripassate di nuovo nello zucchero semolato le palline e cuocetele in forno preriscaldato a 180° per 10-12 minuti. sfornate i pasticcini e fate raffreddare. Nel frattempo fondete a bagnomaria il cioccolato bianco e colatelo nella fossetta praticata, fate solidificare e conservate , se resistete in una scatola di latta.

Tondini al cocco

Submitted by Vinaigrette on Gio, 03/03/2011 - 22:08
Tondini al cocco

Facili, rapidi, buoni, cosa volere di più!

Ingredienti
per 40 biscotti

250 gr di farina
175 gr di burro
100 gr di zucchero al velo
125 gr di cocco disidratato
un albume

Preparazione

Amalgamate burro, zucchero e cocco, aggiungete l'albume e mescolate bene. Unite la farina e impastate con cura.
Formate dei cilindri che passerete prima nello zucchero semolato o nella farina di cocco e poi avvolgerete con la pellicola per alimenti e farete riposare in frigo per almeno 30 minuti. Riprendete i cilindri, tagliateli a fette di circa un cm di spessore, disponete su una teglia e infornate a 200° per 15 minuti

Tubettini guanciale e pecorino

Submitted by Vinaigrette on Mer, 23/02/2011 - 21:57
pasta alla gricia

Piatto velocissimo, gioia dei principianti. Solitamente il formato utilizzato per questa "Amatriciana bianca" detta anche "pasta alla gricia" sono i bucatini ma i tubettini, gustati in precedenza, in formato leggermente più grande, in un ottimo ristorante Aquilano, sono niente male. Da non confondere assolutamente il guanciale che è proprio la guancia del maiale (parte muscolosa e magra con un proprio caratteristico sapore) con il lardo che è il grasso del dorso o con la pancetta che è il grasso del ventre, comunque buonissimi, ma per altre circostanze.

Tubettini al guanciale e pecorino
Ingredienti
per 4 persone:
350 gr di tubettini (o più a seconda dell'appetito)
100 gr di guanciale (non pancetta)
80 gr di pecorino romano
pepe nero da macinare al momento
sale q.b.
Preparazione
Pulite bene il guanciale, tagliatelo a cubetti (taglio brunoise) e fatelo rosolare molto lentamente in una padella capace di accogliere anche la pasta.
Cuocete al dente i tubetti e versateli nella padella con il guanciale rosolato. Fate saltare e aggiungete il pecorino che avrete reso cremoso con qualche cucchiaiata di acqua di cottura della pasta. Mescolate velocemente, cospargete di pepe macinato al momento e servite subito.

Risotto al radicchio con le mele

Submitted by Vinaigrette on Lun, 31/01/2011 - 23:23
risotto al radicchio con le mele
risotto al radicchio con le mele
risotto al radicchio con le mele
risotto al radicchio con le mele

Dedicato a Pina che segnala l'eccessiva distanza tra un post e l'altro.
Il motivo principale, a dir la verità, non è solo la tirannia del tempo a disposizione ma, essenzialmente, il desiderio di riproporre a se stessa, piatti particolarmente graditi, dei tantissimi già inseriti nel blog come, per esempio, in questo lungo e freddo inverno:

Gnocchi ripieni
Minestra di pasta e cavolfiori
Calamarata Zucca e Rosmarino
Minestra di gnocchetti di polenta con fagioli
Zuppa di Patate e Lenticchie con salsiccia
Ravioli dolci di ricotta con salsa di pomodoro
Savarin di Polenta ai funghi pioppini
Timballo di riso con carciofi, pinoli e uvetta
Zuppa di Farro
e ancora, ancora ancora....

Ingredienti
per 4 persone

Una Mela (golden)
un cespo di radicchio rosso (di treviso o altro a piacere)
1 scalogno
20 gr di burro
4 cucchiai di olio
30 ml di vino bianco secco
500 ml di brodo vegetale
350 gr di riso
50 gr di grana

Preparazione
Far appassire lo scalochio tagliato a fettine in una padella con olio e burro; aggiungere la mela tagliata a tocchetti, far rosolare qualche minuto e poi aggiungere ancora il radicchio ben lavato e tagliato a striscioline, fate saltare a fiamma vivace, quindi aggiungete il riso e fatelo insaporire un poco. A questo punto cominciate a versare il brodo vegetale un poco alla volta come per un normale risotto. Portate a cottura, aggiungete il formaggio e servite.

Guazzetto di Rana Pescatrice con carciofi in Carta Fata

Submitted by Vinaigrette on Mer, 19/01/2011 - 22:02
Cartoccio di Rana Pescatrice
Rana Pescatrice
...la base del mio pensiero è quella di andare alla ricerca di tutto ciò che la mente può creare affinchè il cuoco sia messo nella condizione di rispettare l'alimento che viene fornito perfetto dalla natura o dalle mani sapienti dell'uomo, in modo che quando viene manipolato non perda quei valori nutrizionali e quei sapori che servono a deliziare e nutrire l'umanità...
Fabio Tacchella è prima di tutto cuoco, ma anche scultore, inventore e scrittore. Tutte queste passioni si alimentano a vicenda e trovano la sintesi più alta in cucina, dove il suo estro inesauribile trova la migliore espressione. L’inventiva e la grande maestria si esprimono in modo sempre più straordinario ed efficace anche nell’ideazione di strumenti da cucina e sistemi di cottura innovativi, tutti coperti dai suoi brevetti. Da un’esigenza nata 10 anni fa, quando venne proibito l’utilizzo della normale pellicola nella cottura degli alimenti, Fabio Tacchella ha studiato una carta, denominata poi FATA® come firma di Fabio Tacchella, in grado di resistere alle alte temperature (da 130° a 220°). Carta FATA® crea un nuovo modo di cucinare, consentendo di mantenere il sapore originario degli alimenti e la maggior parte dei valori nutrizionali contenuti in essi.Cottura più sana, leggera e veloce con meno condimenti, il cibo cuoce nel proprio liquido,
senza dispersione di sali minerali e vitamine. Questo contatto continuo liquido/pietanza accelera il processo di cottura.
Piatti più saporiti. Tutti i sapori e i profumi restano intatti e si sprigionano per magia al momento dell'apertura del cartoccio.
I cartocci si possono preparare, congelare e mettere a cuocere all'occorrenza.

Molto scenografici i cartoccini monoporzione. Per il cartoccio della foto sono stati utilizzati pesce, crostacei e molluschi freschissimi (quasi vivi) (poverini!):

Ingredienti
per 4 persone
Una Rana Pescatrice da circa 1 KG
4 scampi, 4 mazzancolle
vongole
3 carciofi lessati
2 patate lessate
pomodori pachini
uno spicchio di aglio
un po' di prezzemolo
sale q.b.
(volendo:pepe)
Preparazione
Lavare e pulire il pesce, mettere un foglio di carta fata in una teglia (che andrà in forno), sistemare alla base le patate affettate e i carciofi tagliati a spicchi, al centro la Rana Pescatrice con lo spicchio di aglio in bocca e intorno scampi, mazzancolle e pomodori pachini tagliati in 3 o 4 parti. cospargere di sale e prezzemolo, chiudere il cartoccio e infornare a 200° per 30-40 minuti. Aprire il cartoccio in tavola e servire-

Contattami

E-Mail Us

Hai ricette o notizie di cucina che vuoi condividere?
Fai una segnalazione!

Commenti Recenti

Cose d'Abruzzo

Seguici