Tutto Sulle Curiosità

Nellie Melba

Submitted by Vinaigrette on Mar, 15/11/2005 - 05:53
Argomenti:
Nellie Melba

Nellie Melba era il nome d'arte della famosissima soprano australiana Helen Porter Mitchell(1861-1931) chiamata anche “l’usignolo australiano” che, in onore della sua città natale, Melbourne, prese il cognome Melba. Ben presto divenne una dei più grandi soprani del mondo, formando una coppia d'eccezione con Enrico Caruso nella Boheme.

Nel 1894, mentre si trovava a Londra per il Lohengrin, invitò ad assistere a quest'opera lo chef francese Auguste Escoffier del Savoy hotel, dove lei stessa alloggiava, per ringraziarlo di avere dato anni prima il suo nome, Melba, a dei toast. Escoffier, l'imperatore degli chefs -così lo aveva soppranominato il Kaiser Guglielmo II – estasiato dall'opera e dalla voce della soprano preparò un dessert a base di pesche e gelato di vaniglia che servì il giorno dopo a Nellie
Leggi tutto

Tag:

La Nouvelle Cuisine

Submitted by Vinaigrette on Ven, 11/11/2005 - 13:42
Argomenti:
La Nouvelle Cuisine

La nouvelle cuisine ha introdotto notevoli elementi di innovazione nell'arte culinaria, attribuendo valore all'apparenza (la mise en place) dei piatti, imponendo la leggerezza e la naturalità degli alimenti e della metodologia delle preparazioni.

L'espressione "Nouvelle Cuisine" è stata coniata da due critici: Christian Millau e Henri Gault.
Essi hanno voluto definire così uno stile culinario creato da un gruppo di chefs, tra i quali Paul Bocuse, Michel Guérard e Roger Verge, che hanno dato vita ad un nuovo stile nell'ambito della haute cuisine francese.
La Nouvelle Cuisine si impone in tempi recenti, negli anni '60 e '70, e ha dei tratti caratteristici ben precisi: l'esaltazione del gusto e del colore degli alimenti, l'uso scarsissimo di grassi, zuccheri e sale o la combinazione di frutta con carne e pesce.
Tag:

Degustatore Di Cioccolato

Submitted by Vinaigrette on Lun, 07/11/2005 - 22:49
Degustatore Di Cioccolato

Se siete avidi di saperi, oltre che del Cibo Degli Dei, potete diventare degustatori o, naturalmente, degustatrici del mitico cioccolato seguendo apposito corso organizzato da Chococlub – Associazione Italiana Amatori di Cioccolato.

“Il cioccolato appassiona sempre di più – commenta Davide Ferrero fondatore e presidente di Chococlub – e constatiamo ogni giorno il desiderio di approfondimento da parte dei gourmet più attenti, ma anche degli operatori del settore ristorazione-pasticceria che spesso sentono l’esigenza di un’attenta preparazione su questo alimento così particolare”.
Leggi tutto

Tag:

La Cucina Molecolare

Submitted by Vinaigrette on Sab, 05/11/2005 - 22:36
Argomenti:
La Cucina Molecolare

Per quanto aperti alle innovazioni assolute o relative che siano, l'idea di "affogare" un uovo nell'alcol etilico per renderlo sodo, pur senza tradizionale cottura, ci lascia un tantino sconcertati, vuoi, se non altro, al pensiero del costo del suddetto non proprio economico elemento. La curiosità che però anima costantemente le nostre azioni ci induce ad approfondire il tema. Dunque

La cucina molecolare si basa sull’assunto che le possibilità di abbinamento e di trattamento dei cibi sono molto più numerose di quelle a cui siamo abituati. Un esempio è la cottura. Metodi alternativi, basati sullo studio della modificazione delle molecole dei cibi, possono generare nuovi sapori, ma ancor di più possono offrire nuove e più vantaggiose caratteristiche dei piatti, anche sotto il profilo dietetico.
Si può scoprire che l’alcol ha il potere di coagulare le proteine dell’uovo senza alterarne il sapore e si può così ottenere un uovo solido come se fosse cotto mantenendogli la leggerezza e i sentori del crudo. Si può cuocere il pesce in una miscela di zuccheri fusi, anziché nell’olio, e scoprire che il nuovo "liquido di frittura" dimezza i tempi di cottura
Leggi tutto

Tag:

Andiamo Alla Casa Da Tè

Submitted by Vinaigrette on Mar, 01/11/2005 - 10:06
Argomenti:
Andiamo Alla Casa Da Tè

Certo non sono proprio dietro l'angolo ma se stiamo pensando di andare a vedere un po' più da vicino questo mondo così particolare, di cui sentiamo parlare ogni giorno di più, vale la pena di visitare anche le case da thè. Quelle di Guangzhou sono dei locali deliziosi, dove è davvero piacevole e rilassante passare qualche ora con gli amici e, perchè no, anche con qualche nemico, magari calmi e tranquilli, troviamo il modo di appianare contrasti e divergenze.

Ci sono poi i clienti che si recano alle case da tè perchè attirati dalle specialità del locale. In nessun altro posto della Cina c'è una simile varietà di dolci e panini. I dadini di radici di colocasia e la torta di castagne d'acqua di Banxi, gli ''shaomai''di manzo di Taotaoju, gli ''Shaomai''cotti al vapore di Beiyan e i ravioli di gamberi del ristorante Guangzhou sono veramente famosi. Tutte queste delicatezze hanno spesso la forma di fiori, uccelli, pesci ed altri animali, pertanto sono per i clienti una continua sorpresa.
Qualche tempo fa, nel periodo della Fiera di Canton delle merci d'esportazione e d'importazione, alcuni amici stranieri avevano sentito dire che Luo Kun, lo ''chef'' di Banxi, era capace di preparare oltre mille tipi di pasticci ma loro stentavano a crederci. Si recarono perciò alla casa da tè e gli chiesero se fosse disposto a servire ogni giorno 16 tipi diversi di pasticcini (quattro dolci, 12 salati)per la durata di un mese. Divertito, Luo Kun accettò l'ordinazione. Dopo aver assaggiato in una sola settimana 112 piatti differenti, questi amici, pienamente convinti, decisero di porre fine all'esperimento.

CRI

Tag:

Contattami

E-Mail Us

Hai ricette o notizie di cucina che vuoi condividere?
Fai una segnalazione!

Commenti Recenti

Cose d'Abruzzo

Seguici