Ricette Vegetariane

Tagliatelle Gratinate Gialle E Verdi

Submitted by Vinaigrette on Mer, 10/05/2006 - 22:42
Tagliatelle gialle e verdi-8
Tagliatelle gialle e verdi-2
Tagliatelle gialle e verdi-1

Un suggerimento per chi, oltre alla pasta colorata, ama cose gustose e facili da realizzare. Naturalmente se si hanno problemi con la preparazione della pasta, si può sempre comprarla bella e pronta.

Ingredienti
per 6 persone
1 uovo di Pasta Classica
2 uova di Pasta Verde
ortaggi vari: zucchina, carota, carciofo, cipolla, pomodorini,
una scamorza piccola (oppure fontina)
olio, sale, pepe, basilico q.b.
Preparazione
Preparate la pasta come da ricette base.
Dopo averla fatta riposare (almeno 20 minuti) passatela alla macchinetta e realizzate prima le sfoglie e poi le tagliatelle.
Brasate le verdure tagliate a pezzetti. Lessate le tagliatelle miste in abbondante acqua salata. Scolate e disponete a mucchietti (nidi) in una teglia appena unta di olio. Mettete al centro dei nidi qualche cubetto di scamorza e un cucchiaio abbondante di verdure.Ponete in forno a gratinare per 10 minuti 200°.

Le immagini complete della preparazione della ricetta sono disponibili su Flickr: Tagliatelle Gialle e Verdi

Tag:

Asparagi selvatici con carbonara di paccheri

Submitted by Vinaigrette on Mer, 03/05/2006 - 14:14
DSCN3990
DSCN4039 copia

Ma che bello quando cari amici non solo ti regalano un bel mazzetto di asparagi selvatici personalmente raccolti, ma suggeriscono anche un ottimo modo per cucinarli. Che la ricetta sia stata correttamente interpretata, al momento non è dato sapere, i risultai sono stati,in ogni caso, eccellenti. Che buooooniiii!

Ingredienti
per 4 persone
350 gr di paccheri (formato di pasta tipico della Campania)
un mazzetto di asparagi selvatici
mezzo scalogno
1/3 di bicchiere di vino bianco
qualche fungo porcino secco
un cucchiaino di prezzemolo tritato
un uovo intero + un tuorlo
3 cucchiai di grana
due cucchiai di olio extravergine di oliva
sale e pepe q.b.
Preparazione
Pulite e lavate gli asparagi. Togliete la parte più dura (vanno bene dal punto in cui si spezzano in su) e taglizzateli.
In una padella fate soffriggere leggermente lo scalogno con i pezzeti di asparagi. Sfumate con il vino, aggiungete i pezzetti di porcino ammollati, coprite e brasate dolcemente.
nel frattempo cuocete i paccheri, scolateli al dente nella padella con gli asparagi, girate bene. Spegnete il fuoco, versate le uova sbattute con il grana e il prezzemolo.Girate ancora e servite.

Le immagini complete della preparazione della ricetta sono disponibili su Flickr: Paccheri

Tag:

Carciofi Ripieni Di Riso, Con Velluta Alla Menta Piperita

Submitted by Vinaigrette on Sab, 29/04/2006 - 21:20
Carciofi ripieni di riso con vellutata alla menta piperita-3
Carciofi ripieni di riso con vellutata alla menta piperita-5
Carciofi ripieni di riso con vellutata alla menta piperita-9

La menta piperita ci sta proprio bene, la vellutata è per dare un tocco di novità a questi carciofi che sono buonissimi anche senza.

Ingredienti
8 carciofi
250 gr di riso
120 gr di caciotta
50 gr di pan grattato
un piccolo spicchio di aglio
qualche cappero
prezzemolo
una decina di olive taggiasche
olio sale pepe qb
Per la Vellutata
25 gr di burro
25 gr di farina
2 dl di brodo vegetale
due tre foglioline di menta piperita
Preparazione
Pulite i carciofi e metteteli, man mano, in una ciotola con acqua acidulata con il succo di mezzo limone. Sbollentateli per 5-6 minuti in acqua salata (nell'acqua mettete anche qualche foglia esterna e i gambi). Scolate i carciofi conservando l'acqua di cottura nella quale cuocerete il riso al dente. Scolate anche il riso e conditelo con il prezzemolo, i capperi e qualche oliva tritati finemente. Aggiungete il pan grattato e mescolate bene. Disponete i carciofi in una teglia. Mettete sul fondo di ciascuno una puntina di menta e pezzetti di caciotta. Riempite con il riso. Decorate con le olive e mettete in forno per 20-30 minuti a 180°. Nel frattempo preparate la Vellutata come da ricetta base e aggiungete, solo alla fine, la menta tritata finissimamente. (Non esagerate perchè quello della menta è un aroma molto deciso e qui si deve solo percepire)
Sfornate i carciofi e serviteli nei piatti con una base di vellutata.

Le immagini complete della preparazione della ricetta sono disponibili su Flickr: Carciofi Ripieni

Tag:

Rotolo Di Pasta Fresca Alle Erbe Selvatiche

Submitted by Vinaigrette on Mer, 26/04/2006 - 22:10
Rotolo Di Pasta Alle Erbe Selvatiche

Quale, se non questo, il periodo migliore per preparare questa ricetta. Le erbette sono appena spuntate rendendo le pecore molto molto felici, e la felicità, si sa, rende tutto migliore, compresi latte e conseguente ricotta. Noi, nei prati un po' più in là, possiamo cedere stress in cambio di tenere foglioline per il nostro ripieno. Come non approfittarne! Se però non abbiamo prati puliti nelle immediate vicinanze, possiamo sempre ricorrere, pur senza corroboranti passeggiate, ai mercatini rionali che, spesso, offrono le verdurine che interessano. Se neanche questo tentativo dovesse tornare utile allora ripiegate sui classici spinaci (comunque previsti nella originaria ricetta.

Ingredienti
Per 6 persone
3 uova di Pasta fresca
300 gr di ricotta di pecora
500 gr di erbe selvatiche tra tarassaco, bietolina, borragine ecc.)
80 gr di grana
1-2 uova (dipende dalla grandezza e dalla consistenza dell'impasto)
una grattatina di noce moscata
300 gr di pomodorini
un cucchiaio di olio oxtravergine di oliva.
sale q.b.
Preparazione
Preparate la pasta (oppure compratela pronta).
Pulite e lavate bene le verdure, sbollentatele brevemente, fatele raffreddare e tagliatele finemente.
Sbattete le uova con il grana, aggiungete la ricotta, le verdure, la noce moscata e il sale se necessario.
Stendete sul piano di lavoro un canovaccio ben pulito e diponetevi le sfoglie di pasta, leggermente sovrapposte, in modo da formare un rettangolo.
Spalmate con il composto di ricotta e verdure e arrotolate, aiutandovi con il tovagliolo, e legate il cilindro ottenuto con spago da cucina.
In una pentola lunga (da polpettone) portate ad ebollizione acqua aromatizzata con qualche foglietta di basilico. Adagiatevi il "salame" di pasta precedentemente ben avvolto nel tovagliolo e legato e fate cuocere a fuoco moderato per 40 minuti.
Trascorso questo tempo estraete il rotolo, fate riposare 10 minuti, quindi tagliatelo a fettine di 1 cm di spessore e servite con una leggera salsina di ottenuta sbollentando rapidamente e passando al setaccio i pomodorini con l'aggiunta di un filino di olio a crudo.

Lenticchie Di Castelluccio Con Basilico E Cialde Di Grana

Submitted by Vinaigrette on Dom, 23/04/2006 - 07:43
Lenticchie Di Castelluccio Con Basilico E Cialde Di Grana

A lenticchia donata non si guarda la provenienza. Le famosissime di Castelluccio sono state gradite e gustate con variazioni sul tema. Nulla però hanno da invidiare a queste, (anzi!), le ottime sorelle dell'Aquilano. Fantastiche quelle di Santo Stefano di Sessanio.

Ingredienti
per 4, 6, o più persone a seconda che si servano come primo piatto, come antipasto o come appetizer.
300g di lenticchie
uno spicchio di aglio vestito
una foglia di alloro
un pezzetto di peperoncino piccante (volendo)
60 gr di grana
foglie di basilico
un cucchiaio di olio extravergine di oliva
sale qb
Preparazione
In un tegame stretto e alto (ideale di coccio) mettete le lenticchie con lo spicchio di aglio vestito e l'alloro. Coprite con acqua (appena un dito sopra il livello delle lenticchie)incoperchiate e cuocete, per circa 20 minuti, a fiamma bassissima ( devono sobollire molto lentamente). A fine cottura aggiungete il sale, il peperoncino (se gradito), un filo di olio, rimettete il coperchio e fate riposare il tempo necessario alla preparazione delle cialde.
Scaldate un padellino antiaderente e versatevi, spargendo, due cucchi rasi di grana alla volta. Fate fondere a fiamma bassa. Attenzione a non far colorire troppo perchè il sapore non sarebbe molto gradevole. Staccate la cialda con una spatola e procedete fino a esaurimento del grana.
Versate le lenticchie nei piatti fondi, o in coppette, o in ciotoline, diponendo a piacere cialde di grana e foglie di basilico.

Principianti non state lì a poltrire, questa è un'altra ricetta che torna a fare proprio al caso vostro.

Tag:

Contattami

E-Mail Us

Hai ricette o notizie di cucina che vuoi condividere?
Fai una segnalazione!

Commenti Recenti

Cose d'Abruzzo

Seguici