Conchiglioni al ragù di salumi ed erbe aromatiche

Submitted by Vinaigrette on Mer, 18/02/2009 - 22:22
Conchiglioni con ragù di salumi

La ricetta è solo una di quelle con le quali Laura Giusti, bravissima maestra Toscana, ha deliziato molte convenute e qualche convenuto, alla apprezzata lezione dal titolo "Buoni,Facili,soprattutto...Rapidi". La padrona di casa, Loretta, è stata oltremodo felice del successo della serata e le amiche non possono che condividere la di lei soddisfazione.

Ingredienti
320 g di conchiglioni
70 g di salame piccante
70 g di speck
70 g di mortadella
70 g di pinoli
70 g di pomodori secchi sott’olio
Passata di pomodoro o pomodori a pezzi q.b.
2 scalogni
1 dl di brodo vegetale o acqua
Rosmarino, Salvia, Prezzemolo, Timo
Olio extravergine, sale
Vino bianco
Preparazione
Tritare insieme grossolanamente tutti i salumi, sbucciare e tritare anche gli scalogni
Rosolare pochi minuti il trito di salumi in una padella con poco olio, sgocciolarli con una schiumarola e tenerli da parte
Nella stessa padella con il grasso di cottura dei salumi far soffriggere a fuoco medio gli scalogni tritati, senza che però prendano colore
Rimettere nella padella i salumi tritati, mescolare e sfumare con vino bianco, aggiungere qualche cucchiaio di passata di pomodoro o pomodoro a pezzi e brodo se necessario
Insaporire il ragù con la metà delle erbe aromatiche tritate, aggiungere i pomodori secchi sott’olio, dopo averli sgocciolati e tagliati a pezzettini e lasciar cuocere a fuoco basso per altri 5 minuti
Cuocere la pasta al dente, versarla nella padella con il ragù, aggiungere i pinoli e le rimanenti erbe aromatiche tritate, mescolarla sul fuoco per un paio di minuti e servirla subito

purea di fave con cicoria di montagna

Submitted by Vinaigrette on Gio, 08/01/2009 - 21:57
purea di fave con cicoria

Dopo i bagordi festaioli la gran parte dei propositi sono di dieta ferrea con carote, finocchi, ravanelli e centrioli rigorosamente crudi e sconditi. Niente di più deprimente. Decisamente più solleticante, per occhio e palato, il saporito omaggio della carissima Iliana, autrice del piatto cui è stato aggiunto qualche crostino di pane dorato nell'olio (pochissimo), piuttosto che semplicemente abbrustolito nel forno, per scongiurare eventuale crisi di astinenza da cibo ricco.
Che dire, la pastosità delle fave, il gusto amaro della cicoria, la croccantezza del pane si sono combinati così deliziosamente da far desiderare, con immediatezza, ulteriori porzioni.

Questo piatto della cucina tradizionale pugliese e lucana, considerato povero fino a qualche tempo, è diventato, oggi, una ricercatezza gastronomica.
Ingredienti

per 4 persone

Preparazione

Mondate le fave da eventuali impurità (come per le lenticchie), sciacquatele e mettetele a bagno per almeno 4-5 ore (o anche per tutta la notte).Trascorso questo tempo, scolatele e mettetele in una casseruola possibilmente di terracotta, copritele di acqua fredda e fate cuocere a fiamma bassa per circa un ora o poco più. Nel frattempo avrete pulito, lavato ben bene la cicoria, lessata in acqua bollente e scolata in acqua fredda (per ridurre l'amaro e conservare il bel colore verde)
Quando le fave sono pronte, conditele con 3 cucchiai di olio e lavoratele con un cucchiaio di legno (se sono rimaste troppo intere frullatele con il minipimer) fino a trasformarle in una purea non troppo densa.
Tagliuzzate la cicoria cotta (volendo potete ripassarla in padella con il peperoncino) e aggiungetela alla purea, mescolate, distribuite in 4 ciotole,
aggiungete qualche altro cucchiaio di olio, crostini di pane (soffritti o dorati al forno) e servite

Salmone di Teresa

Submitted by Vinaigrette on Dom, 16/12/2007 - 19:58
salmone

Il suggerimento questa volta viene dall'amica (carissima) Teresa che, data la facilità di esecuzione, lo dedica a tutti i principianti come pure agli esperti di "buona forchetta" con poca voglia, però, di stare molto tempo appresso ai fornelli.

Ingredienti
una fetta di salmone a persona
una due patate a persona (a seconda della grandezza)
olio sale rosmarino q.b.
Preparazione
Sistemate le fette di salmone (freschissimo)in una teglia unta con appena un filino di olio e.v.o. ; circondate le fette di spicchi di patate; cospargete con poco rosmarino triturato e un pizzico di sale (chi vuole può aggiungere un poco di pepe); aggiungete un altro filino di olio e coprite la teglia con carta stagnola.
Mettete nel forno già caldo, e cuocete a 180° 15 minuti. Togliete quindi la carta stagnola e fate rosolare per altri 5/10 minuti.

Coniglio all'olive nere e bacche di ginepro

Submitted by Vinaigrette on Mar, 21/11/2006 - 00:18
Coniglio alle olive e bacche di ginepro-5
Coniglio alle olive e bacche di ginepro-9
Coniglio alle olive e bacche di ginepro-1

E' vero, è stato già detto, in queste pagine carne quasi niente, ma volete mettere le possibilità combinatorie, pressochè infinite, offerte dai primi piatti rispetto alle pietanze. Comunque per meglio soddisfare gli onnivori ecco qui un piccolo coniglio (poverino!) marinato al vino bianco, con alloro, rosmarino e bacche di ginepro.

Ingredienti
Un coniglio tagliato a pezzi
Un cucchino colmo di bacche di ginepro
due/tre foglie di alloro
ub rametto di rosmarino
un bicchiere scarso di olio
un bicchiere di vino bianco
una decina di olive nere
un pugnettino di sale grosso
Preparazione
In una ciotola mescolate olio, vino, sale grosso, bacche di ginepro, alloro e rosmarino spezzettati e ponete a marinare i pezzi di coniglio per almeno un paio di ore.
Scolate i pezzi di carne e rosolateli in una padella antiaderente. Man mano che i succhi asciugano, versate cucchiaiate della marinata (compresi gli aromi).
A fine cottura aggiungete le olive nere, fate insaporire ancora un poco e togliete dal fuoco.

Funghi ripieni alle erbe aromatiche

Submitted by Vinaigrette on Gio, 03/08/2006 - 22:45
funghi ripieni al parmigiano-3
funghi ripieni al parmigiano-2
funghi ripieni al parmigiano

Se la ricetta dei funghi Ripieni è di tanti post più in là, nuove sono le foto e l'aggiunta, con estremo equilibrio di erbe aromatiche al ripieno (qualche fogliolina di maggiorana e di mentuccia oltre ad un mini grattata di noce moscata). Naturalmente chi ama i sapori forti può aumentare a piacimento l'intensità degli aromi. Attenzione, comunque, a non esagerare, per non compromettere l'equilibrio generale della ricetta.

Ingredienti
Per 4 persone
500 gr di funghi champignon belli sodi
2 pugnetti di mollica di pane tipo casereccio
due cucchiai di parmigiano
un uovo
due cucchiai di olio
1 dl di vino bianco
qualche fogliolina di maggiorana e di mentuccia
noce moscata
mezzo spicchio di aglio, prezzemolo e sale q.b.
1/2 limone
Preparazione
Mescolate la mollica, il parmigiano e l'uovo. Aggiungete l'aglio e il prezzemolo tritati molto finemente.
Pulite ben bene i funghi con un canovaccio e lavateli rapidamente.
Togliete i gambi e svuotate un pochino le cappelle, spruzzatele con il sale e riempile con la mollica condita.
Spruzzate i gambi con il succo di limone.
Sistemate le cappelle ripiene in una teglia con l'olio e i gambi sgocciolati e spezzettati e ponete sul fuoco a fiamma vivace. Dopo 5 minuti, bagnate con il vino, fate evaporare un po', abbassate la fiamma e continuate la cottura a fuoco dolce per circa 15 minuti. Se il fondo dovesse asciugare aggiungete un pochino di acqua calda. Prima di servire, volendo, mettete in forno a grigliare per qualche minuto.

Guarda le altre foto su Flickr: Funghi ripieni alle erbe aromatiche

Contattami

E-Mail Us

Hai ricette o notizie di cucina che vuoi condividere?
Fai una segnalazione!

Commenti Recenti

Cose d'Abruzzo

Seguici