Praline al cioccolato fondente

Submitted by Vinaigrette on Ven, 01/06/2012 - 19:34
praline_al_cioccolato_fondente_02.jpg

Post dedicato a Gabriella e ai suoi amici apprezzatori dei pasticcini in argomento, in primo piano nella foto.

Ingredienti
gr 110 farina
gr 110 cioccolato fondente minimo 70%
gr 50 zucchero semolato
gr 30 burro
1 uovo
1 bustina vaniglina
1/2 cucchiaino di lievito per dolci
zucchero semolato+ zucchero al velo q.b.
Preparazione
Sciogliete a bagno maria cioccolato e burro.
In una terrina montate l'uovo con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso.
Unite a filo il cioccolato fuso con il burro e amalgamate bene. Aggiungete la farina, il lievito e la vaniglina senza rimestare troppo. Coprite con la pellicola trasparente e fate riposare in frigo per almeno 3-4 ore.
Formate delle palline di circa 2 cm di diametro, passatele prima nello zucchero semolato e poi in abbondante zucchero al velo, posizionatele le palline in una teglia rivestita di carta forno e mettetele 5 minuti nel freezer (o 15-20 minuti nel figo), passatele di nuovo nello zucchero al velo e infornate a 170° per 8-10 minuti

Contrasti al Doppio Cioccolato

Submitted by Vinaigrette on Dom, 04/12/2011 - 20:29
contrasti_al_doppio_cioccolato.jpg

Come ricominciare dopo una così lunga "pausa di riflessione" !? Con tante mini dolcezze come i pasticcini della foto dal nome già di per sè molto solleticante le papille gustative, naturalmente per gli apprezzatori del cioccolato in tutte le sue declinazioni, che poi, senza ricorrere a sondaggi e statistiche sofisticate, non si ha tema di ritenere che siano i più.

Ingredienti
gr 150 di farina
gr 40 di fecola di patate
gr 130 di burro
gr 30 di cacao amaro
1 cucchiaino raso di lievito in polvere
2 tuorli
gr 80 di zucchero
gr 100 di cioccolato bianco
zucchero semolato q.b. per la granella
Preparazione
In una terrina mescolate il burro ammorbidito a temperatura ambiente con lo zucchero e i tuorli, poi, in un colpo solo, aggiungete la farina setacciata, la fecola, il lievito e il cacao amaro. Formate una palla e fatela riposare in frigo per un'ora circa.
Riprendete la pasta, fatene tante palline, passatele solo per la parte superiore nello zucchero semolato, disponetele in una teglia rivestita di carta forno, praticate una fossetta al centro (secondo la ricetta con il dito indice, per Vinaigrette con il manico di un mestolo) mettete la teglia in freezer per pochi minuti, ripassate di nuovo nello zucchero semolato le palline e cuocetele in forno preriscaldato a 180° per 10-12 minuti. sfornate i pasticcini e fate raffreddare. Nel frattempo fondete a bagnomaria il cioccolato bianco e colatelo nella fossetta praticata, fate solidificare e conservate , se resistete in una scatola di latta.

Pesche chantilly

Submitted by Vinaigrette on Gio, 29/07/2010 - 21:30
Pesche chantilly

Se avete ospiti improvvisi o semplicemente avete voglia di qualcosa di goloso per voi stessi ma non ve la sentite di cimentarvi con ricette elaborate e, in quanto tali, impegnative, allora le pesche della foto possono fare al vostro caso. I non possessorei del bimby e i principianti possono sostituire la prevista crema chantilly con gelato alla crema o alla vaniglia.

Ingredienti
1 barattolo di pesche sciroppate (possibilmente in vetro)
un cucchiaio di mandorle tostate
tre/4 amaretti
tante amarene quante sono le pesche
250 gr di panna fresca
mezza dose di crema pasticcera
Preparazione
Preparate la crema con il bimbi e nel contempo montate la panna ben ferma. Fate raffreddare la crema e poi delicatamente mescolatela con la panna ottenendo la cosiddetta crema chantilly. Tritate le mandorle tostate e gli amaretti. Tritate le mandorle tostate insieme agli amaretti (grossolanamente).Togliete alle mezze pesche sciroppate un pezzetto della calottina in modo da farle stare "sedute" con la cavità in alto in un piatto da portata. Versate nella cavità la crema (o, più rapidamente del gelato), ponete al centro di ciascuna pesca una amarena e cospargete il tutto con il trito di mandorle e amaretti.

Pandoro Gratinato con Crema e Papaya

Submitted by Vinaigrette on Ven, 16/01/2009 - 21:16
Pandoro e Papaya

Avete ancora un Pandoro che gira per casa triste e sconsolato, alla ricerca di una qualche possibilità di utilizzo? Ecco un suggerimento, facile e veloce, che viene dal Menù di Natale di Palma D'Onofrio

Ingredienti
1 pandoro
1 papaya grande oppure 3 piccole
250 gr di crema di latte
2 uova
80 gr di zucchero di canna
Un pezzo di zenzero fresco
Zucchero al velo
Preparazione

In una ciotola sbattete con la frusta le uova con la crema di latte, lo zucchero di canna e lo zenzero grattugiato.
Pulire la papaya e tagliarla a fette.
Tagliate a fette il pandoro. Sistemate le fette alternate e leggermente accavallate in una telia imburrata, versate il composto di uova e panna sulle fette, spolverate di zucchero di canna e infornate a 180° per 10-15 minuti.
Lasciare intiepidire e servite spolverando, volendo, di frutta secca a piacere.

Torta di ricotta e pere

Submitted by Vinaigrette on Ven, 03/10/2008 - 20:10
Torta di pere e ricotta

Certo che le streghe sono proprio cattive se decidono di sferrare i loro colpi quasi mortali in occasione del vostro x_esimo compleanno! Guai però a renderle maggiormante soddisfatte con sia pur legittime lamentazioni e inni alla sofferenza.
Recuperare frammenti di buon umore è cosa facile a farsi se in vostro soccorso intervengono prontamente amicizie preziose con fiori, balocchi, chicche e supreme golosità come la torta di Maria Teresa che nella circostanza si è, per grande affetto, cimentata con una delle specialità del mitico Salvatore De Riso .
Grazie grazie e ancora pubblicamente grazie!
(di seguito la ricetta originale)

Ingredienti
per i due dischi di PASTA BISCOTTO:
6 cucchiai di ZUCCHERO,
6 cucchiai di NOCCIOLE tostate e tritate,
2 cucchiai di FARINA,
100 gr. di BURRO morbido,
4 ALBUMI.

per il RIPIENO:
500 gr. di PANNA da montare,
300 gr. di RICOTTA,
200 gr. di ZUCCHERO,
il succo di 1/2 LIMONE,
2 PERE kaiser a dadini cotti in uno sciroppo di acqua, zucchero e il succo di 1/2 limone, il tutto poi ridotto in purea.

per DECORARE:
2 PERE kaiser tagliate in quarti e bolliti nello sciroppo di cui sopra (acqua, zucchero e succo di limone),
PANNA montata quanto basta a decorare i bordi della torta,
FILI DI CARAMELLO fatti facendo bollire 100 gr. di zucchero con 50 gr. di acqua senza mescolare fino a quando il tutto diventa di colore bruno.

Preparazione
CIALDE BISCOTTO:
Amalgamare il burro con lo zucchero e montare a crema. Mescolare la farina e le nocciole e aggiungerle al composto di burro e zucchero alternando con l'albume. Cioè aggiungere poca farina mescolata con le nocciole, poi poco albume e così via, al composto di burro e zucchero.
Mescolare molto bene e mettere in due tortiere imburrate di circa 28 cm. di diametro e cuocere in forno caldo a 180 per 20 minuti (devono essere dorate). Far raffreddare.

RIPIENO:
Frullare la panna con lo zucchero, la ricotta e il succo di mezzo limone.
Comporre la torta mettendo alla base una cialda, coprire con metà della crema di ripieno e spalmarvi sopra la purea di pere.
Adagiarvi sopra l'altra cialda e ricoprirla con il ripieno rimasto.
Mettere la torta in frigo per almeno due ore ma sarebbe meglio prepararla il giorno prima.
Riprendere la torta dal frigo e decorare i bordi con panna montata e spremuta da una siringa per dolci con la bocchetta a stella.
Tagliare gli spicchi di pera a fettine lasciandoli attaccati alla punta (non tagliare le fettine del tutto) in modo da poterli aprire a raggiera e disporli al centro della torta.
Preparare il caramello e farlo raffreddare un pochino e poi ottenere dei fili con la forchetta. Con questi fili formare una cupola con cui coprire la torta. Questa operazione va fatta pochi minuti prima di servire il dolce altrimenti i fili di caramello si sciolgono.

Contattami

E-Mail Us

Hai ricette o notizie di cucina che vuoi condividere?
Fai una segnalazione!

Commenti Recenti

Cose d'Abruzzo

Seguici