Cappelletti in Brodo

Submitted by Vinaigrette on Ven, 16/03/2007 - 01:46
cappelletti

Se amate le paste ripiene e tra queste, quelle in brodo, se non vi spaventano iniziali insuccessi di "confezionamento" allora potete cimentarvi nella preparazione dei famosi "cappelletti" , degnissimi concorrenti dei tortellini bolognesi, da cuocere rigorosamente in brodo e, possibilmente, in brodo di cappone. Va detto che Vinaigrette è stata di molto avvantaggiata nella prova avendo avuto, nella circostanza, la possibilità di usufruire del prezioso aiuto della cognata romagnola. La ricetta proposta è quella classica, ma le varianti sono numerose. C'è chi non considera il manzo, chi lo sostituisce con prosciutto, chi esclude totalmente la carne dal ripieno. Comunque sia e comunque vogliate, la spesa vale sicuramente l'impresa.

Cappelletti01
cappelletto
Ingredienti
8/10 persone
Brodo:
Brodo: 1 cappone (o gallina)1 cipolla, 1 carota, 1 costa di sedano.
Sfoglia:
500 gr di farina,
5 uova
Ripieno
150 gr di polpa di maiale
100 gr di petto di pollo
100 gr di manzo
1 uovo
un cucchiaio di olio extravergine di oliva
150 gr di parmigiano
Preparazione
Prima di tutto mettete su il brodo: acqua fredda, carne, verdure, sale e fate cuocere per circa due ore. (Ancora meglio se il brodo lo preparate il giorno precedente in modo da asportare facilmente la parte grassa che si solidifica nella pentola riposta in frigorifero o all’esterno).
Preparate, quindi, l'impasto per la sfoglia che farete riposare per 20-30 minuti. In questo intervallo procedete con il ripieno: tritate finemente la carne (o fatelo fare dal macellaio) e cuocetela con il filino di olio per circa 15 minuti. Fate raffreddare, quindi incorporate l'uovo, il parmigiano,il sale e una bella grattatina di noce moscata. Mescolate fino ad ottenere un impasto di una buona consistenza morbida.
Trascorso il tempo di riposo della pasta, tirate una sfoglia piuttosto sottile, tafliatela a strisce prima orizzontali poi verticali, in modo da ottenere dei quadrati di tre-quattro centimetri di lato. Ponete al centro del quadrato una piccola presa di ripieno e piegate il quadrato a triangolo facendo aderire bene gli orli. Ora prendete le punte estreme del triangolo e sovrapponetele stringendole finché non restano ben unite. Fate riposare i cappelletti per un'oretta e cuoceteli nel brodo bollente, precedentemente filtrato, per circa dieci minuti.

Gnocchi Ripieni

Submitted by Vinaigrette on Ven, 16/02/2007 - 00:02
Gnocchi Ripieni
Gnocchi Ripieni

Per scrivere questa ricetta è stato necessario quasi il medesimo tempo impiegato per la preparazione che apparirà sicuramente complicata per chi non ha troppa dimestichezza con i fornelli ma di fattibile interessante approccio per chi, abitualmente, si cimenta con gnocchi normali e salse di pomodoro. Quella del ripieno, poi, è solo un'idea perchè ugualmente se non maggiormente utili allo scopo possono tornare melanzane e/o zucchine trifolate, spinaci e ricotta, porri e zucca e ancora e ancora a seconda della fantasia di ciascuno. Intanto grazie a Rosetta per il gustoso suggerimento.

Ingredienti
per gli gnocchi
500 gr di patate
100 gr (circa) di farina
2 uova intere
80 gr di parmigiano + 20 gr
30 gr di burro fuso
sale, pepe (se gradito) una grattata di noce moscata
per il ripieno
300 gr di cuori di carciofi
una scamorza (o fontina)
3 cucchiai di olio e.v.o.
uno spicchi di aglio
un ciuffetto di prezzemolo
per la salsa
mezzo bicchiere di olio evo
mezza cipolla
500/600 gr carne mista con osso (costatine di maiale, agnello, manzo)
1/ bicchiere di vino bianco
750 ml di passata di pomodoro
un Mazzetto Odoroso
sale q.b.
Preparazione
Cuocete al vapore le patate, passatele allo schiacciapatate, ammssatele quel tanto che serve ad amalgamarle e lasciatele raffreddare sulla spianatoia cosparsa di farina setacciata.
Mentre le patate raffreddano, scaldate l'olio, versate la cipolla affettata e rosolate la carne, salate (meglio con sale grosso) e dopo qualche minuto aggiungete la passata di pomodoro e il mazzetto odoroso. Incoperchiate e fate cuocere molto lentamente.
Tornate alle patate ormai fredde, unite le due uova, il parmigiano, sale e pepe. Profumate con la noce moscata, aggiungete il burro fuso e, quindi, la farina un poco alla volta, fino a formare un composto morbido ma lavorabile (la quantità di farina, più o meno rispetto a quella indicata, dipende dalla qualità delle patate, dall'umidità dell'aria ecc).Lasciate riposare l'impasto per 15-20 minuti, e, nel frattempo trifolate i cuori di carciofo con olio, aglio, sale prezzemolo.
A questo punto spezzettate cuori di carciofo e scamorza, riprendete l'impasto da gnocchi e stendetelo in una "sfoglia" alta circa un cm. Disponete mucchietti di carciofo e scamorza, ripiegate la sfoglia e ritagliate dei ravioli premendo ai bordi. Come alternativa, se vi paice di più, potete ricavare delle palline di pasta da incavare al centro, nell'incavo potete mettere il ripieno, richiudete e ridate la forma sferica. Lessate i ravioli o le palline di gnocchi in abbondante acqua salata, scolate bene e disponete in una zuppiera con il sugo, cospargente di parmigiano e finalmente mangiate

Se volete vedere altre foto della preparazione, guardate qui :Gnocchi ripieni

Minestra di Pasta e Cavolfiori

Submitted by Vinaigrette on Mer, 14/02/2007 - 00:14
Pasta e cavolfiori

Spostando il pensiero dai frutti manipolati (naturali al 100%!!!!) alle ricette della nonna, possiamo prepararci una buona e salutare minestra, concentrato di vitamine provenienti dal cavolfiore. Se la cosa, poi, è estremamente semplice, tanto di guadagnato (in tutti i sensi)

Ingredienti
per 4 persone
un piccolo cavolfiore
4 cucchiai di olio
un bicchiere di passata di pomodoro
uno spicchio di aglio
un pezzetto di peperoncino
280 gr di spaghetti
Preparazione
lavate bene il cavolfiore, dividete le cimette e lessatele in acqua bollente per una decina di minuti. Nel frattempo, in una casseruola scaldate l'olio, mettete l'aglio e il peperoncino e rosolate appena appena. Aggiungete il pomodoro, dopo un po'le cimette di cavolfiore sminuzzate, e fate cuocere a fuoco molto basso.Dopo 15, 20 minuti, nella stessa acqua di cottura del cavolfiore buttate gli spaghetti spezzettati. A metà cottura scolateli e versateli nella casseruola con il sughetto. Quando la pasta è ancora al dente, spegnete il gas e fate riposare la minestra, coperta, per qualche minuto.

Contattami

E-Mail Us

Hai ricette o notizie di cucina che vuoi condividere?
Fai una segnalazione!

Commenti Recenti

Cose d'Abruzzo

Seguici