Aglio Rosso di Sulmona

Submitted by Vinaigrette on Mer, 09/06/2010 - 23:59
Aglio rosso di Sulmona

(foto tratta dal corriere.it /abruzzo_molise)

Varietà unica in Italia, l'aglio "Rosso di Sulmona" nasce e si riproduce esclusivamente nella conca di Sulmona o Valle Peligna (AQ) , dove viene coltivato da secoli. Lo si riconosce dalle caratteristiche tuniche color rosso porpora, che avvolgono ogni singolo spicchio o bulbillo, ed è la specie più pregiata ed apprezzata tra quelle prodotte in Italia, grazie anche alle sue ineguagliabili peculiarità.

Rispetto all'aglio bianco e rosa, il "Rosso di Sulmona" presenta una testa più grande, (regolare e perfettamente conformata), più ricco di olii essenziali (come dimostrano l'odore e il sapore particolarmente penetranti), si conserva a lungo ed è l'unico a generare uno scapo florale (localmente chiamato Zolla) che viene estratto dalla pianta circa un mese prima della raccolta.
Lo scapo florale si consuma fresco, conservato sottolio o in agrodolce ed ha un gusto meno deciso dell'aglio pur mantenendo le stesse proprietà farmacologiche ed alimentari della pianta madre.

L'Ecotipo "Rosso di Sulmona" è stato iscritto al Registro Varietale Nazionale con decreto ministeriale di iscrizione del 28/03/1992

(http://www.disulmona.com/it/prodotti/agliorosso.htm) Leggi tutto

Conchiglioni al ragù di salumi ed erbe aromatiche

Submitted by Vinaigrette on Mer, 18/02/2009 - 22:22
Conchiglioni con ragù di salumi

La ricetta è solo una di quelle con le quali Laura Giusti, bravissima maestra Toscana, ha deliziato molte convenute e qualche convenuto, alla apprezzata lezione dal titolo "Buoni,Facili,soprattutto...Rapidi". La padrona di casa, Loretta, è stata oltremodo felice del successo della serata e le amiche non possono che condividere la di lei soddisfazione.

Ingredienti
320 g di conchiglioni
70 g di salame piccante
70 g di speck
70 g di mortadella
70 g di pinoli
70 g di pomodori secchi sott’olio
Passata di pomodoro o pomodori a pezzi q.b.
2 scalogni
1 dl di brodo vegetale o acqua
Rosmarino, Salvia, Prezzemolo, Timo
Olio extravergine, sale
Vino bianco
Preparazione
Tritare insieme grossolanamente tutti i salumi, sbucciare e tritare anche gli scalogni
Rosolare pochi minuti il trito di salumi in una padella con poco olio, sgocciolarli con una schiumarola e tenerli da parte
Nella stessa padella con il grasso di cottura dei salumi far soffriggere a fuoco medio gli scalogni tritati, senza che però prendano colore
Rimettere nella padella i salumi tritati, mescolare e sfumare con vino bianco, aggiungere qualche cucchiaio di passata di pomodoro o pomodoro a pezzi e brodo se necessario
Insaporire il ragù con la metà delle erbe aromatiche tritate, aggiungere i pomodori secchi sott’olio, dopo averli sgocciolati e tagliati a pezzettini e lasciar cuocere a fuoco basso per altri 5 minuti
Cuocere la pasta al dente, versarla nella padella con il ragù, aggiungere i pinoli e le rimanenti erbe aromatiche tritate, mescolarla sul fuoco per un paio di minuti e servirla subito

Crespelline al tartufo bianco

Submitted by Vinaigrette on Dom, 07/01/2007 - 21:54
Tartufo-Bianco
crespelline-tartufo-bianco-

Ad un occhio distratto, molto distratto, l'oggetto della prima foto potrebbe sembrare una patata. Trattasi, in realtà, di stupendo, profumatissimo tartufo bianco (Tuber Magnatum Pico) utilizzato, senza parsimonia, per le crespelline in argomento, servite come antipasto alla cena di capodanno, sparite da tutti i piatti nel giro di pochissimo (mai distrarsi in certe circostanze).

Ingredienti
per 10 persone
Tartufo bianco (a piacere)
20 crespelline
600 ml besciamella
120 gr parmigiano grattugiato
sale q.b. (un po' di pepe se gradito)
Preparazione
Preparate le crepes alla maniera di Vinaigrette con un padellino di 12 cm di diametro.
Preparate la besciamella, con un po' più di latte (600 invece che 500 ml) fatela raffreddare e mescolatevi il parmigiano e una grattatina di tartufo (naturalmente ben pulito con uno spazzolino e un panno umido).
Spalmate la salsa sulle crespelle che piegherete in quattro disponendole, man mano, in una pirofila.
Infornate per 8/10 minuto a 180°. Togliete dal forno, aggiungete fettine di tartufo e servite

Patè di tartufo estivo

Submitted by Vinaigrette on Mer, 04/10/2006 - 21:52
patè di tartufi 01
patè di tartufi 02
patè di tartufi 00

Per tutti gli aspiranti alla conservazione del tartufo, il più a lungo che sia possibile, un suggerimento pomposamente e personalmnente denominato Patè. Omaggi all'onestà intellettuale e non, impongono di comunicare che non è dato conoscere se la procedura seguita e proposta sia tecnicamente corretta. Ciò che se ne può dire, senza tema di smentita, è la facilità di esecuzione oltre che la sperimentata e consolidata efficacia.

Ingredienti
Un tartufo bello sodo
mezzo spicchio di aglio
olio extravergine di oliva
sale e pepe q.b.
Preparazione
In una ciotola grattuggiate aglio e tartufo, mescolate e aggiungete l'olio a filo. Continuate a mescolare, fino ad ottenere una salsa fluida. Aggiungete il sale e,a piacere, una grattatina di pepe. Travasate il tutto in un barattolo, chiudete e conservate in frigo.

Guarda tutte le foto: Patè di Tartufo Estivo

Flavor Spray - Burro senza calorie

Submitted by Vinaigrette on Mer, 28/06/2006 - 20:33
Argomenti:
Burro di panna

No, non ci si può credere, eppure è così, fra poco troveremo sul mercato solo cibi virtuali, fazzoletti di carta all'aroma di lasagne che, in caso di raffreddore, oltre che per il precipuo compito per cui sono stati inventati, potranno essere utilizzati per annusare e gustare un bel primo piatto superdietetico. Fintanto che è possibile, però, continuiamo a fidarci della scritta del manifesto e lasciamo il burro spray, praticamente 'gusto privato delle calorie' ai gourmet che tengono alla propria linea tanto da sacrificare a questa tutto il resto.

Si tratta di un prodotto che ha il gusto del burro, l’odore del burro ma che non è burro, ha solamente il suo aroma. Flavor Spray è stato messo a punto da David Burke, diplomatosi al Culinary Institute of America, e non contiene grassi, idrati di carbone, calorie.
Negli Stati Uniti sono già in vendita trenta tipi di spray e a breve saranno commercializzati in Europa via Internet: bacon, salsa barbecue, pesto, parmigiano, cheese cake ecc...
L’industria alimentare da tempo propone ai ristoratori, sottoforma di liquido, emulsione o polvere, sostanze che riproducono «gusto di vaniglia», «note fruttate, di fiori…», aromi che ormai sono immancabili nei prodotti della grande distribuzione.
Si tratta di un vero e proprio mondo virtuale del gusto che l’industria alimentare sta creando alle spalle della gastronomia.
Un sito che produce aromi di tartufo annuncia esplicitamente che «il timore di vedersi accusati di ingannare il cliente, impedisce agli chef di impiegarlo (l’aroma) apertamente» e dà consigli per la redazione dei menu.
Alain Passard, chef del tristellato Arpege, s’interroga: «coloro che impiegano questi additivi, hanno ancora il diritto di chiamarsi cuochi?».

Fonte: Le Monde by Sloweb

Contattami

E-Mail Us

Hai ricette o notizie di cucina che vuoi condividere?
Fai una segnalazione!

Commenti Recenti

Cose d'Abruzzo

Seguici