Tutto Sugli Antipasti

Biscotti Salati alle nocciole

Submitted by Vinaigrette on Ven, 13/03/2009 - 23:22

biscotti salati con la lonza

biscotti salati con salame
biscotti salati 01
biscotti salati

Per la cena di Floriana eccellente e appassionata docente – in ambito non culinario - di elevata capacità, semplicità, competenza e professionalità. In un mondo pervaso da pressappochismo, mediocrità, malafede e presunzione fa bene al cuore incontrare persone così.

Ingredienti
100 gr di farina
100 gr di burro
100 gr di grana grattuguato
50 gr di nocciole
1 uovo
pepe
salame tipo milano a fette
lonzino a fette
Preparazione
Impastate la farina con il burro a tocchetti, fino ad ottenere un composto sbriciolato. Incorporate il grana, le nocciole tritate, l'uovo intero leggermente sbattuto e una macinata di pepe. Lavorate tutti gli ingredienti velocemente, a piene mani. Formate una palla, copritela con la pellicola trasparente e riponetela in frigo per un'ora. Trascorso questo tempo stendete una sfoglia di 5 mm di spessore, ritagliate dei biscotti ( in questo caso rotondi, ma di ualunque forma vi piaccia) e poneteli in una teglia coperta da carta forno. Cuocete a 180° per 10 minuti nel forno preriscaldato. Servite i biscotti freddi aggiungendo a ciascuno una fettina di salame o una di lonza.

La stessa ricetta con i pistacchi la trovate : qui.

Mazzancolle al lardo di colonnata

Submitted by Vinaigrette on Dom, 30/11/2008 - 22:33
Mazzancolle
MAzzancolle
Mazzancolle
Mazzancolle
Mazzancolle

Delle mazzancolle è scritto qui, del lardo di colonnata si è detto già, non resta che postare la buonissima ricetta copiata pari pari all'amica Rosetta che già in occasione precedente ha dato prova di grande abilità culinaria.

Ingredienti
Mazzancolle 2 - 3 per commensale
Lardo di colonnata: tante fettine quante sono le mazzancolle
Un bel ciuffo diprezzemolo
uno spicchio di aglio
peperoncino piccante
olio extravergine di oliva
NO sale
Preparazione
Lavate le mazzancolle, lasciate la testa e la codina e togliete il guscio centrale. Ponete le mazzancolle in una ciotola, spolveratele di abbondante prezzemolo tritato, aggiungete aglio e peperoncino, coprite interamente di olio e lasciate marinare per qualche tempo (più è, meglio è). Al momento di cuocerle, toglietele dall'olio, scolatele bene, tamponate con carta assorbente, fasciate la parte senza guscio con il lardo di colonnata, mettetele in una capace padella e cuocete a fuoco vivace per pochi minuti (sia da un verso che dall'altro) (oops! Rosetta è intevenuta per correggere: non in padella ma in forno)

Panettone agli Spinaci

Submitted by Vinaigrette on Lun, 17/11/2008 - 22:39
panettone di spinaci
Panettone agli spinaci
Panettone di spnaci

La ricetta è di Claudio Venturini. Il procedimento è un po' lungo ma il risultato è un pane morbido e saporito che ricompensa grandemente dell'impegno.

Ingredienti
per la biga:
40 gr di farina
40 gr di latte intero
13 gr lievito di birra
2 gr di malto (o zucchero semolato)
per l'impasto:
biga +
310 gr di farina
45 gr di uova intere
90 gr di latte intero
7 gr di lievito di birra
3 gr di malto
7 gr di zucchero semolato
15 gr di sale fino
60 gr di burro
30 gr di grana
65 gr di spinaci in purea

Per il ripieno:
formaggio philadelphia
prosciutto

Preparazione
Per la biga:
Mescolate gli ingredienti e mettete a lievitare per 30 minuti a 22°.
Riprendete la biga, ammorbiditela con una parte di latte, unite di seguito: farina, lievito, burro ammorbidito, uova, il resto del latte, mescolate ancora, aggiungete malto, zucchero, sale. Impastate finchè il tutto sarà lucido ed elastico, quindi, aggiungete gli spinaci e fate lievitare per 30 minuti. Riprendete l'impasto, sistematelo in uno stampo da savarin. Fate lievitare ancora fino al bordo dello stampo, e cuocete in forno a 180/190° .
Una volta raffreddato, affettate il panettone, spalmate le fette con il philadelphia aggiungete il prosciutto e ricomponete le fette come nella foto.

Cozze Gratinate

Submitted by Vinaigrette on Gio, 23/10/2008 - 21:52
Cozze gratinate
Cozze gratinate

Cozza è il nome comune dei molluschi del genere Mitilo, (Mytilus aedulis e del Mytilus galloprovincialis).I nomi dialettali sono diversi : muscolo, dattero nero, peocio, mosciolino ecc. Il mitilo vive attaccato alle rocce o a substrati duri per mezzo del bisso, quel filamento o ciuffetto che vediamo uscir fuori lateralmente dalle valve dell’animale; questa struttura filamentosa gli impedisce di venir spazzato via dalle forti mareggiate.
La cozza vive vicino alla costa in aggregati molto numerosi. E’ comune nel Mediterraneo, nel Mar Nero e in Oceano Atlantico. E' intensamente allevata in Italia. E' saporita, povera di grassi e ricca di ferro. La cottura prolungata ne fa un alimento sicuro. Il termine cozza viene generalmente utilizzato per indicare ragazze non proprio belle, ad eccezione di Taranto dove al contrario, se dite ad una fanciulla "Sei una Cozza" vi beccate non un ceffone ma felice riconoscenza per il bel complimento(Parola di Palma D'Onofrio)

Ingredienti
30 cozze
1 spicchio di aglio
60 gr di mollica di pane raffermo
30 gr di grana grattugiato
1/2 bicchiere di vino bianco
un cucchiaino di erba cipollita tratata
olio extravergine di oliva, pepe o peperoncino q.b.
Preparazione
Lavate le cozze,(buono sarebbe farle spurgare in acqua salata per un'oretta) raschiate i gusci, uno per uno, molto bene (con una spazzola di metallo o lana d'acciaio), asportate il bisso (quella barbetta che fuoriesce da un lato), risciacquate ancora in acqua fredda, mettetele in una capace padella, aggiungete del peperoncino (la quantità dipende dal gusto personale)il vino (lasciandone da parte due cucchiai) coprite con un coperchio e fatele aprire a fiamma vivace.
Non appena aperte togliete alle cozza la valva vuota, sistematele in una teglia da forno unta con un filo d'olio e filtrate il liquido di cottura.
In una ciotola aggiungete alla mollica di pane l'erba cipollina, una cucchiaiata di vino, uno due cucchiai di liquido filtrato e ponete un po' di questa panure sui molluschi, irrorate con un sottilissimo filo di olio, infornate a 180° per circa 10 minuti, solo il tempo necessario per la gratinatura

Rollè di pollo con salsa al basilico e concassè di pomodoro

Submitted by Vinaigrette on Sab, 05/07/2008 - 21:41
Rollè di Pollo

Per soddisfare la richiesta di un'amica che ha apprezzato il procedimento di una precedente ricetta, ma non ama il tacchino.

Ingredienti

Per 4 persone
un petto di pollo
100 gr di prosciutto cotto
qualche oliva verde denocciolata
capperi 4-5
sale pepe q.b.
500 gr di brodo vegetale
3-4 pomodori maturi
per la salsa:
6-8 foglie di basilico
10 gr di pinoli
qualche granello di sale grosso
uno spicchietto di aglio
mezzo bicchiere di olio extravergine di oliva

Preparazione
il procedimento è lo stesso del
Rollè di Tacchino. Frullate la carne con i capperi salati, formate un rettangolo sulla pellicola da cucina senza PVC, adagiate su questo il prosciutto cotto e arrotolate, aiutandovi con la pellicola. Formate un salsicciotto e buttatelo nel brodo vegetale bollente, cuocete 10 minuti e fate raffreddare.
Intanto preparate la salsina che non è altro che un pesto senza formaggio. Frullate prima di tutto l'aglio con il sale e i pinoli, poi aggiungete le foglie di basilico e frullate ancora, aggiungete l'olio a filo, versate in un vasetto, coprite e mettete a riposare in frigo.
Preparate la dadolata di pomodori (concassè):incidete i pomodori con un taglio a croce, tuffateli per qualche istante in acqua bollente, scolateli, passateli immediatamente sotto l’acqua corrente,spellateli, divideteli in quattro, privat gli spicchi dei semi e tagliateli a cubettini.
Preparate il piatti disponendo il rollè di pollo tagliato a fette sottili, sopra ogni fetta distribuite il pomodoro, irrorate con la salsa al basilico e servite.

Contattami

E-Mail Us

Hai ricette o notizie di cucina che vuoi condividere?
Fai una segnalazione!

Commenti Recenti

Cose d'Abruzzo

Seguici