Tutto Sugli Eventi

Depardieu: My Cookbook

Submitted by Vinaigrette on Lun, 12/09/2005 - 21:38
 My Cookbook

Gérard Depardieu si racconta in un libro di ricette: "Io, grasso ma sexy Un buon piatto di carne è come una bella donna".
Le signore pensiamo possano condividere l'affermazione di Gérard che, come scrive Mauro Remondino del Corriere della Sera:

"Con un cucchiaio in mano sprigiona la stessa forza di quando, in Cyrano, manovra la spada. Goloso della vita, come della scena. "Se non avessi fatto l’attore, avrei scelto di essere pasticciere o macellaio", dice proprio così Gérard Depardieu fresco autore del suo primo libro di cucina "My Cookbook". Una lunga teoria di ricette descritte con Laurent Audiot, suo cuoco personale, ma anche chef del "Fontaine Gaillon", il ristorante, a due passi dall’Opéra, aperto a Parigi, in società con la sua ex compagna Carole Bouquet. "Provo lo stesso piacere nel guardare una bella donna e un trancio di carne dal macellaio", ammette l’esuberante Gérard, ammaliato comunque dagli occhi di Carole fino all’ultimo. Proprio lei ha voluto il secondo ristorante "L’Ecaille de la Fontaine", specialità pesce, e cuoco nipponico. L’ultimo atto prima di sciogliere un amore fatto di passioni, scintille e di grandi abbuffate a tavola...

Leggi tutto

Tag:

La Festa Dei Frutti Dimenticati

Submitted by Vinaigrette on Ven, 09/09/2005 - 21:41
Argomenti:
La Festa Dei Frutti Dimenticati

Avete mai sentito parlare di pere spadone (che non sono frutti da combattimento) o di corbezzoli ( non come esclamazione di sorpresa)? Casola Valsenio, suggestivo borgo dell’alta Valle del Senio, prossimo a quella parte della provincia di Firenze che sconfina sul versante Adriatico dell’Appennino, vi consente di scoprire o riscoprire tante meraviglie con la "Festa dei Frutti Dimenticati". Da sabato 15 (pomeriggio) a domenica 16 ottobre gli agricoltori casolani espongono i loro prodotti salvati dall’estinzione : giuggiole, pere spadone, nespole, azzeruole, sorbe, avellane, castagne, corbezzoli, corniole, noci, melegrane, mele della rosa, cotogne, pere volpine e tutti gli altri piccoli frutti autunnali, un tempo consumati dalla popolazione contadina della collina, che i mutamenti sociali ed i modi di vita, insieme ad un nuovo mercato e nuove mode alimentari hanno via via emarginato... Leggi tutto

Tag:

Festival Filosofia, Tre Giorni Alla Scoperta Dei Sensi

Submitted by Mea-Culpa on Mer, 07/09/2005 - 14:40
Argomenti:
Festival Filosofia, Tre Giorni Alla Scoperta Dei Sensi

Dal 16 al 18 settembre Modena, Carpi e Sassuolo propongono lezioni magistrali, ma anche cene, letture, mostre, giochi e dialoghi in treno. Tra i protagonisti Nancy, Severino, Galimberti, Moltmann, Didi-Huberman, Sloterdijk e Zizek. Vedere, sentire, toccare, gustare, annusare. Ma anche percepire il dolore, provare il piacere, interrogarsi sul "gusto degli atomi" e sul catalogo dei peccati, sul grande orecchio di Echelon e sulle neuroscienze. E, ancora, riflettere sugli stati della percezione e sulle loro trasformazioni, sul rapporto tra mondo sensibile e sovrasensibile, sulla gerarchia e sull'educazione dei sensi nella cultura europea, ma anche in quella asiatica e africana. Leggi tutto

Tag:

La Storia E' Servita

Submitted by Mea-Culpa on Mer, 07/09/2005 - 10:07
Argomenti:
La Storia E' Servita In Prato

La Storia è Servita, c'è la ricetta originale del XVII secolo dei biscotti che hanno reso famosa Prato nel mondo (e che si chiamavano alla "genovese"). Oggi (ore 16 – 23) la Provincia apre le sue porte con Sapori a palazzo.
Ci sono i sapori e la storia della cucina pratese nella mostra inaugurata nel pomeriggio nelle sale di palazzo Banci Buonamici La Storia è servita - Pranzi sontuosi, ricette originali, cibi succulenti sulle tavole dei pratesi un percorso goloso che getta uno sguardo originale e curioso sui gusti e le abitudini della società locale in epoca medievale. Promossa dalla Provincia e dall'Archivio di Stato di Prato la mostra si snoda fra ricette e abitudini alimentari dalle quali risulta subito evidente lo stretto legame, che affonda radici profonde in epoca lontana, che unisce il pratese con la buona cucina. Fra le curiosità della mostra, l'originale ricetta del XVII dei biscotti di Prato, prodotto dolciario che ha reso la città famosa nel mondo e che nei documenti di Amadio Baldanzi (fanno parte dell'archivio Salvi-Cristiani) vengono chiamati "alla genovese". Leggi tutto

Tag:

Il 'Fierone' Del 4 Settembre In Crevalcore

Submitted by Mea-Culpa on Gio, 01/09/2005 - 00:24
Argomenti:
Il Fierone Del 4 Settembre In Crevalcore

"La piazza a cena" da non perdere. L’Amministrazione Comunale, la Pro Loco, le Associazioni di Volontariato del territorio e i Commercianti di Crevalcore organizzano, nell’ambito di “Sereserene 2005”, il cartellone culturale estivo del Comune di Crevalcore curato dall’Istituzione Paolo Borsellino, “La piazza a cena” (inizio ore 19, costo a persona 10 euro), tradizionale tavolata che corre lungo il corso principale della città attraversando il cuore del paese. Allestita nel centro storico, sotto gli occhi dell’illustre concittadino Marcello Malpighi, la tavolata si allungherà per oltre quattrocento metri da Porta Modena a Porta Bologna. I posti disponibili saranno oltre 1500. Questo il menù preparato da decine di cuochi e che verrà servito da una nutrita schiera di volontari: paglia e fieno alla salciccia, carne ai ferri con patatine, panini, belsoni (ciambelle di produzione locale. Come vini: bianco frizzante e Trebbiano dell’Emilia. Dopo la cena gli ospiti potranno assistere allo spettacolo allestito dalla scuola di danza “Arcadia” di Crevalcore.
Ricordiamo che la tradizione crevalcorese del Fierone ripropone, in versione aggiornata ai tempi, l’antica usanza che vedeva le ricche famiglie del paese offrire, una volta l’anno, un pasto a tutti i concittadini indigenti: infatti, il contributo della serata andrà interamente devoluto in beneficenza. Leggi tutto

Tag:

Contattami

E-Mail Us

Hai ricette o notizie di cucina che vuoi condividere?
Fai una segnalazione!

Commenti Recenti

Cose d'Abruzzo

Seguici