Avventure sul Tratturo

Submitted by Vinaigrette on Dom, 21/10/2007 - 17:51
Il Tratturo

Ancora da Lo Smilzo:

Sono abruzzese e amo il Trentino, ci andrei a vivere, lì ho tanti amici. Ma non scambiamo la seta con la lana, quella di pecora, abruzzese. Quelli lassù avranno anche le pecore, come noi abbiamo anche gli abeti, ma le pecore di dannunziana memoria sono le nostre e nessuno ce le toglie. Guardate un po' cosa vi regalo, sono tante, in slalom, sono abruzzesi doc.
Ebbè, punto nell'orgoglio chiudo il discorso così. Velocemente come tra i pali di uno slalom virtuale. E sapete perché? Sto ancora correndo, col pensiero, fortunatamente. Oggi con un amico scendevo dal Monte Genzana, sopra Pettorano sul Gizio. All'uscita di un tratto di bosco ci siamo imbattuti in un numeroso gregge di pecore. Ma il punto non sta qui. E che le guardavano circa una diecina di cani bianchi e neri. Appena ci hanno visto, come in una manovra di guerra studiata all'accademia, si sono raggruppati e in un attimo abbaiando come forsennati si sono avviati in salita per raggiungerci e fare… ve lo lascio immaginare: uno "smilzo" tutt'ossa da azzannare e conservare per il lungo inverno, ecco, credo che sarebbe stata questa la fine. Ma i cani non sanno che gli smilzi sono anche veloci, nonostante l'ingombro dell'amico, molto più pesante di me, ma altrettanto veloce - per forza o per buona voglia - e allora giù a capo fitto in mezzo ai faggi di un bosco. Ci è andata bene. Li abbiamo seminati, ma che cu… Ho ancora avanti agli occhi quelle belve, altro che cani pastore.
E con quest'avventura chiudo l'excursus dai ravioli ai cani da pecora.
Gustatevi la bella foto. Ne vale la pena.

Per fortuna i cani non hanno avuto la meglio, possiamo così attendere fiduciosi altri momenti così simpaticamente raccontati

Dall'Abruzzo Con... Furore - Agnello Cacio e Uova

Submitted by Vinaigrette on Sab, 03/09/2005 - 06:05
agnellocacioeuovo

AGNELLO CACIO E UOVA
Il furore è, giustamente, degli agnelli, ma se siamo davvero dispiaciuti per essi e non vogliamo rinunciare alla gustosissima ricetta che ci viene da una terra ormai non più di pastori, possiamo provare ad usare gli Utensili Indispensabili.

Ingredienti
1 kg di carne di agnello
1 cipolla
1 bicchiere di vino bianco
2 uova intere
gr 100 di pecorino
1/2 litro di brodo (vegetale)
olio, sale e pepe
Preparazione
In un capace tegame (che possa essere collocato in forno) rosolate leggermente la cipolla tagliata a fettine. Aggiungete l'agnello lavato, asciugato e tagliato in pezzi grossolani.
Quando la carne sarà ben colorita, aggiungete il bicchiere di vino bianco e continuate la cottura in forno. Aggiungete continuamente il brodo caldo a cucchiaiate, fino ad evaporazione.
A cottura ultimata versate sulla carne le uova sbattute con un pizzico di sale, una spruzzata di pepe e il pecorino e rimettete in forno fino a che le uova saranno appena rapprese.

Per risollevare il morale dei poveri agnelli che, a ragione, consigliano diete vegetariane, potete provare ad utilizzare le utensilerie della news precedente.

Contattami

E-Mail Us

Hai ricette o notizie di cucina che vuoi condividere?
Fai una segnalazione!

Commenti Recenti

Cose d'Abruzzo

Seguici