Polpette di pollo e ricotta con broccoli pinoli e uvetta

Submitted by Vinaigrette on Ven, 02/02/2007 - 23:03
polpette di pollo con broccoli pinoli e uvetta

Le polpette avrebbero dovuto essere come queste qui sotto

polpette pollo e ricotta

Quando, però, si ha la pretesa di voler ricordare tutto a memoria, può accadere di dimenticare un ingrediente fondamentale, vale a dire, in questo caso, quel poco di pane grattugiato che occorre per dare al composto di pollo macinato, ricotta, uovo e parmigiano, la consistenza sufficiente a realizzare le formine tondeggianti. Ah la presunzione!
Se può interessarvi la ricetta è questa, già postata a suo tempo: Polpette di Pollo e Ricotta con scarola solo che la scarola è stata sostituita dai broccoli ripassati in padella con l'aggiunta di uvetta (precedentemente ammollata in un bicchiere con acqua e un po' di vino bianco) e pinoli.

Polpette di ricotta e spinaci al pomodoro e basilico

Submitted by Vinaigrette on Sab, 01/07/2006 - 18:12
polpette spinaci  e ricotta

Queste particolari polpettine sono piuttosto facili da preparare e il facile sta per chi in cucina sa destreggiarsi almeno un po'. Gli assolutamente principianti ci possono però provare, hai visto mai!!!

Ingredienti
Per 4 persone:
-per le polpette:
80/100 gr di farina
300 g di ricotta
1 kg di spinaci freschi
60 gr di parmigiano grattugiato
1 unovo + un tuorlo
noce moscata
sale e pepe
-per il sughetto :
uno/due cucchiai di olio extravergine di oliva
uno spicchietto di aglio
due pomodori maturi
qualche foglia di basilico
sale q.b. - peperoncino, se gradito
Preparazione
Preparate il sughetto scaldando l'olio con l'aglio e aggiungendo i pomodori lavati e passati al setaccio con un po' di basilico spezzettato.
Lavate gli spinaci e, grondanti, scottateli a fiamma bassa in un tegame. Fate raffreddare, strizzate e tritate finemente.Aggiungete tutti gli altri ingredienti lasciando da parte una cucchiaiata di farina,e un po' di parmigiano e mescolate ben bene. Formate delle polpette grandi più o meno come una noce. Rotolate le polpette nella farina rimasta, lessatele in acqua bollente salata e, quando vengono a galla, scolatele bene e adagiatele in ciotole o piattini con il sughetto di pomoforo a specchio. Spolverate di parmigiano decorate con foglie di basilico e servite.

Melanzane a scarpetta

Submitted by Vinaigrette on Mar, 06/06/2006 - 00:11
melanzane a scarpetta-24
melanzane a scarpetta-2
melanzane a scarpetta-7

Una ottima e più leggera alternativa alla parmigiana di melanzane tanto buona ma ancor più tanto ipercalorica. I tempi di realizzazione, inoltre, sono di molto contenuti rispetto alla prelibatezza dianzi citata.

Ingredienti
1 kg di melanzane lunghe
1 scamorza
mollica di pane (tipo casereccio)
foglioline di prezzemolo e basilico
un cucchiaino di origano
1 spicchio di aglio
1/2 lt di passata di pomodoro
olio extravergine di oliva, sale, q.b.
Preparazione
Lavate e spuntate le melanzane. Scottatele in acqua bollente e mettetele a scolare.
Scavatele al centro mettendo la polpa in una ciotola. Aggiungete mollica di pane, prezzemolo, basilico e aglio tritati, un po' di sale e mescolate. Disponete scarpette di melanzane svuotate in una pirofila da forno, e riempitele con la mollica di pane condita. Mettete sopra ogni scarpetta pezzetti di scamorza, coprite con passata di pomodoro, irrorate con un filo di olio, spolverizzate con origano e infornate a 180° per circa 30 minuti.

Le immagini complete della preparazione della ricetta sono disponibili su Flickr: Melanzane a Scarpetta

Timballini millefoglie al luppolo e taleggio

Submitted by Vinaigrette on Sab, 03/06/2006 - 01:26
millefoglie alle verdure

Prendete le Lasagnette Romantiche semplificatele di molto preparando la pasta come per le Cialde Croccanti alle verdure colorate, sostituite le verdure con quelle qui indicate e voilà un altra ricettina semplice, scenografica e, soprattutto, molto buonaaaa!!!

Ingredienti
Per 4 persone
24 Cialde Croccanti
300 gr netti tra luppolo e bietoline (oppure asparagi o spinacini)
200 gr di taleggio (o altro formaggio morbido)
sale, pepe q.b.
Preparazione
Preparate le cialde croccanti e tenetela da parte. Intanto pulite le verdure, tagliatele sottilmente e brasatele con pochissimo olio
In una teglia da forno disponete una prima fila di cialde, poggiate al centro una cucchiaiate di verdure e un cubettino di formaggio e procedete con una secondo fila di cialde e poi con la terza.
Infornate a 200° solo per consentire al formaggio di fondere senza farlo asciugare troppo.

Luppolo selvatico (Humulus lupulus)

Submitted by Vinaigrette on Gio, 01/06/2006 - 22:29
luppolo
Cantano flebilmente gli uccelli come se piangessero il giorno che muore...»

Così Ugo Foscolo raccontava nel suo "Le ultime lettere di Jacopo Ortis", il momento della cena di una famiglia residente nelle campagne venete, in una tiepida sera di maggio, con le donne intente a servire nei piatti la minestra di "bruscandoli", raccolti nei campi durante il pomeriggio.

luppolo dis

Il riferimento di Foscolo è appunto al "bruscandolo", termine dialettale ferrarese per indicare i giovani germogli del luppolo, detti in altre regioni del Nord luertìs o lovertìn, che si raccolgono in primavera tra le siepi e negli incolti. Hanno un gusto gradevolmente amarognolo, simile all'asparago, (la pianta è la stessa coltivata come aromatizzante nei Paesi produttori di birra) e li si usa per farne frittate, minestre e risotti.

A sottolineare le caratteristiche ipocaloriche di questo alimento, si ricorda il modo di dire di chi, incontrando una persona particolarmente magra, la appellava così: "Mo ss'a màgnat, di bruscànduli?" ("Ma cosa mangi, dei bruscandoli?").
Un tempo, nei giorni di mercato, si vedevano ragazzini che vendevano piccoli mazzetti di bruscandoli, ai crocicchi delle strade di campagna.
(http://www.comune.berra.fe.it/fiere_bruscandoli_rassegna.php)

Contattami

E-Mail Us

Hai ricette o notizie di cucina che vuoi condividere?
Fai una segnalazione!

Commenti Recenti

Cose d'Abruzzo

Seguici