Torta di mele al rosmarino con salsa al profumo di lavanda

Submitted by Vinaigrette on Mer, 19/03/2008 - 22:58
Lavanda

Direttamente da Palma una richiestissima ricetta che per il momento manca di foto, lacuna da colmare al più presto, eventualmente anche da parte di chi andrà a realizzare questa torta così particolare.

Ingredienti
500 gr di mele golden
180 gr di burro
100 gr di mandorle
160 gr di farina
3 uova
220 gr di zucchero
1 bustina di lievito per dolci
1 rametto di rosmarino fresco
SALSA ALLA LAVANDA
½ litro di latte
8 tuorli d’uovo
120 gr di zucchero
40 gr di fiori di lavanda biologici
Preparazione
Preparare la salsa: mettere in infusione nel latte i fiori di lavanda, portare il latte vicino al punto di ebollizione e far raffreddare. Montare i tuorli con lo zucchero, incorporare il latte filtrato e mettere tutto sul fuoco e portare il composto al punto di ebollizione (85° ) punto in cui l’uovo coagula e fa addensare la crema; togliere la crema dal fuoco, passarla al setaccio e metterla in una ciotola fredda per fermare la cottura. Far raffreddare.
Per la torta di mele: stufare le mele tagliate a cubetti con parte dello zucchero, 1 cucchiaio circa, farle raffreddare. Montare il burro (tenuto a temperatura ambiente) con lo zucchero, incorporare, una alla volta, le uova ed aggiungere il rosmarino tritato finemente, sbattere bene il composto e quando è ben gonfio, unire la farina e il lievito setacciati, le mandorle tritate grossolanamente e le mele stufate precedentemente.
Porre il composto in una teglia e cuocere in forno caldo, 180°, per mezz’ora.
Servire il dolce cospargendolo con zucchero a velo e accompagnandolo con la salsa ai fiori di lavanda.

Torta al Cioccolato con nocciole tostate

Submitted by Vinaigrette on Dom, 16/03/2008 - 21:42
Spuma di cioccolato in crosta di nocciole

Ancora una ricetta della scuola di cucina frequentata nella sede pescarese di Loretta Camplone. Fantastico! Il consiglio è di lasciarsi indurre in tentazione senza tentennamenti o inopinati sensi di colpa da riservare, questi ultimi, solamente alle circostanze in cui ci si ritrova ad ingollare cibo senza raziocinio.

Ingredienti
per 8 persone
150 gr di zucchero di canna
180 gr di nocciole tostate
70 gr di burro morbido
250 gr di cioccolato fondente
4 tuorli d'uovo
1 tazzina di caffè ristretto freddo
1/2 bicchierino di rum
250 gr di panna fresca
2 cucchiai di cacao amaro
Preparazione
polverizzare lo zucchero di canna nel mixer, unire le nocciole tostate e tritarle, quindi aggiungere il burro morbido e frullare ancora fino ad ottenere un composto granuloso ma compatto.
Rivestire il fondo di uno stampo a cerniera con un disco di carta da forno e ricoprirlo con l'impasto di nocciole stendendolo in un unico strato. Porre in frigo finchè la base di nocciole non si sarà indurita.
Fondere a bagnomaria il cioccolato spezzettato e, fuori dal fuoco, aggiungere i tuorli uno alla volta, il caffè e il rum, mescolare bene e lasciar raffreddare; montare la panna e amalgamarla al composto di cioccolato.
Rovesciare la spuma ottenuta nello stampo sulla base di nocciole livellandola bene. Porre in frigo per almeno due ore.
Al momento di servire spolverizzare con il cacao la superficie, sformare e guarnire con nocciole intere caramellate e griglie di cioccolato fondente.

altre foto

Monte Bianco

Submitted by Vinaigrette on Gio, 01/11/2007 - 18:51
castagne
Monte Bianco

Evviva , con qualche difficoltà ma la neve è riuscita a scendere su quello che viene chiamato Monte Bianco, perchè se dovesse rappresentare e rendere onore all'appennino abruzzese da dove la ricetta é pervenuta dovrebbe chiamarsi "Gran Sasso" nome non certo solleticante per il palato e, comunque, assolutamente non addicente, considerata la sofficità del golosissimo dolce. La difficoltà, riferita unicamento allo sbucciamento delle castagne, è problema di facile risoluzione se si riesce a coinvolgere nell'operazione (diciamo pure ricattare)coloro che ardono dal desiderio di gustare, successivamente, le cime come i pendii (e che sono molti).
Le foto dell'intero procedimento le trovate QUI

Ingredienti
1 kg di castagne
2 foglie di alloro
1 pizzico di sale grosso
100 grammi di zucchero semolato
1 litro di latte
un baccello di vaniglia
400 gr di panna da montare
zucchero a velo
50 gr di cioccolato amaro o due cucchiai da minestra di cacao.
Preparazione
Metti le castagne nella pentola a pressione aggiungendo mezzo litro d'acqua, un pizzico di sale grosso e due foglie di alloro. Spegni la pentola 5 minuti dopo il primo soffio. Scoperchia e priva le castagne di entrambe le bucce. Intanto porta a bollore il latte con il baccello di vaniglia. Togli la stecca e aggiungi le castagne spellate e lo zucchero semolato. Fai cuocere fino a che il latte non si sia consumato. A questo punto aggiungi la cioccolata frantumata in piccole scaglie (o i due cucchiai di cacao) rigirando il composto continuamente (Vinaigrette suggerisce di aggiungere poca cioccolata perchè altrimenti il sapore di questa copre eccessivamente quello delle castagne facendo venir meno la particolarità del dolce -una mousse al cioccolato richiede molto meno tempo). Quando è bello asciutto spegni il fuoco e mettilo a raffreddare. Intanto monta la panna con lo zucchero a velo. A questo punto predisponi tutto per la confezione del dolce: riempi una sacca da pasticcere (o una siringa) con la panna, prendi un bel piatto circolare ed un passaverdura (o schiacciapatate). Metti l'impasto di castagne, poco alla volta, nel passaverdura e forma dei vermicelli che si devono depositare al centro del piatto. Frammezza con qualche giro di panna montata, quindi, a strati, altri vermicelli, fino a costruire una piccola montagna. Al termine decora con la panna montata rimasta, conferendo l'effetto neve. A piacere contorna la base con qualche castagna cotta fatta rotolare nel cacao in polvere.

Le Crostate di Claudio Venturini

Submitted by Vinaigrette on Lun, 02/07/2007 - 21:23
Crostate Venturini
Crostate Venturini
Crostate Venturini

Queste e analoghe altre meraviglie sono di Claudio Venturini gustate da Loretta Camplone, naturalmente dopo aver appreso passo passo i segreti delle realizzazioni, con le mitiche amiche della scuola "Peccati di gola". Claudio Venturini è chef pasticcere, diplomato alla scuola professionale alberghiera di Cividale. Ha studiato con Luigi Biasetto e Rossano Boscolo. Dopo uno stage presso l'Istituo di Arti Culinarie Etoile come assistente maestro, ha cominciato la sua professione in Italia e all'estero. E stato chef executive pasticcere per Orient Express, la locanda Cipriani e l'hotel Monaco a Venezia. Attualmente insegna presso diverse scuole di cucina tra cuiil Centro di Cultura Culinaria diretto da Claudio Sadler a Milano.

Torta allo Yogourt

Submitted by Vinaigrette on Dom, 01/04/2007 - 19:20
torta yogourt

I principianti devono decisamente ignorare i nasi storti di cucinieri saccenti, acquistare una o più confezioni di preparato per torta allo yogurt cameo, vasetti di yogurt gusto a piacere, seguire passo passo le istruzioni riportate sulla confezione, e gustarsi una torta comunque dignitosa. Una volta acquisita maggiore dimestichezza con ciotole e mestoli, allora i medesimi potranno procedere, volendo, con la ricetta che segue.

Ingredienti
• 250 gr di biscotti secchi (oro saiwa oppure osvego)
• 70 gr burro fuso
• 4 fogli di gelatina
• 350 gr di yogurt magro
• 2dl panna da montare
30 gr zucchero al velo
100 gr gelatina di frutta gusto a piacere
Preparazione
Fate ammollare i fogli di gelatina in una ciotola con acqua fredda per 10 minuti. Polverizzate i biscotti nel mixer e uniteli al burro che avrete fatto fondere a bagno maria. Mescolate bene versate il composto sul fondo di uno stampo a cerniera coperto di carta forno. Appiattite bene e mettete in frigo a riposare. Nel frattempo montate la panna con lo zucchero al velo e unitela delicatamente allo yogourt. Strizzate la gelatina, fatela sciogliere dentro un pentolino a fuoco bassissimo con un pochino di latte. Aggiungetela alla crema di yogourt e panna, mescolate bene e versate nello stampo con il fondo ricoperto precedentemente di biscotti. Fate rapprendere in frigo per circa 3 ore. Prima di servire sciogliete la gelatina (o marmellata) di frutta in un tegamino e versatela bollente sulla torta appena tolta dal frigo.

Contattami

E-Mail Us

Hai ricette o notizie di cucina che vuoi condividere?
Fai una segnalazione!

Commenti Recenti

Cose d'Abruzzo

Seguici