Claudio Venturini: Maestro Pasticciere

Submitted by Vinaigrette on Mer, 23/04/2008 - 23:39
Argomenti:
Claudio Venturini Corso Pasticceria

Di Claudio Venturini, oggi insegnante anche presso la scuola "Cuciniamoci" di Palma D'Onofrio, si era già detto qualche tempo fa (vedi post), cosa aggiungere, al momento, se non ulteriori apprezzamenti per le più che evidenti competenze tecniche e le dimostrate abilità didattiche.

Spumone di Zabaione con croccante alle mandorle

Submitted by Vinaigrette on Ven, 20/01/2006 - 00:58
Spumone di zabaione con croccante di mandorle

I principianti potrebbero osare, gli appena abili devono: è buonissimoooooo! L'originale viene dalla scuola di cucina Peccati di Gola di Roberta Molani (Venezia), Quello della foto è stato leggermente modificato e nel procedimento e nell'estetica.

Spumone di Zabaione con croccante alle mandorle
spumone di zabaione
Ingredienti
6 tuorli d'uovo
120 gr di zucchero
120gr di marsala
10 gr di colla di pesce
1/2 lt di panna montata
70 gr di cioccolato fondente (anche meno)
per decorare - croccante tritato e
salsa al caramello
Preparazione
Fate ammorbidire la colla di pesce in acqua fredda.
Sbattete nel polsonetto (o altro tegame)i tuorli con lo zucchero.
Aggiungete il marsala e mettete sul fuoco. Mescolate di continuo fino a quando lo zabaione comincia ad addensarsi.
Togliete dal fuoco e montate con le fruste fino al completo raffreddamento del composto.
Montate la panna e unitela allo zabaione insieme alla colla di pesce precedentemente ammollata e sciolta in un pochino di panna.
Versate la metà dello spumone in uno stampo a cerniera (o al silicone), spolverizzate con il cioccolato tritato (meglio se grattugiato) e coprite con l'altra metà del composto. Mettete a rassodare in frigo (è buono farlo il giorno prima dell'utilizzo). Al momento di servire, sformate lo spumone su un piatto da portata, decorate con croccante tritato e salsa al caramello.

Contattami

E-Mail Us

Hai ricette o notizie di cucina che vuoi condividere?
Fai una segnalazione!

Commenti Recenti

Cose d'Abruzzo

Seguici