Panini al latte

Submitted by Vinaigrette on Gio, 12/01/2012 - 20:20
panini_al_latte_0.jpg

Come postato dalla figlia (who lives in Florence), così pubblicato:
"mamyyyy guarda che meraviglia!!
ho fatto i panini al latte!! e sono anche buoni :D"
Che dire... Brava bravissima anzi di più!
(i figli so' veramente piezz e' core)
Pane al latte

Pan de Campagne

Submitted by Vinaigrette on Dom, 08/01/2012 - 13:41
Argomenti:
pane_campagnolo.jpg

La De Longhi ignora quanto segue, proposto a titolo assolutamente gratuito, ma quel che va detto, va detto: Fantastico! Si sta parlando di Pangourmet,

pangourmet_120.jpg

l'ultima "creatura" della suddetta azienda con una funzione doppia: forno tradizionale con all'interno una ciotola dotata di magica palettina ruotante per la preparazione del pane. Inseriti gli ingredienti (come da ricettario in dotazione) e selezionato il programma desiderato, si può tranquillamente pensare o fare altro perchè, allo scadere del termine stabilito, la pagnotta, o quel che avete scelto di preparare, è allegramente e croccantemente sfornabile. Il primo risultato è ben visibile dalla foto, degli ulteriori si parlerà nel prosieguo. E non si può non aggiungere della iper efficienza di AMAZON che si ritiene non abbia, al momento, di eguali.
ricetta

BUON NATALE

Submitted by Vinaigrette on Ven, 23/12/2011 - 15:15
Argomenti:
vischio.jpg
LA LEGGENDA DEL VISCHIO
(fiaba del Trentino)

C'era una volta, in un paese tra i monti, un vecchio mercante. L'uomo viveva solo, non si era mai sposato e non aveva amici.
Il vecchio mercante si girava e rigirava, senza poter prendere sonno.
Uscì di casa e vide gente che andava da tutte le parti verso lo stesso luogo.
Qualche mano si tese verso di lui. Qualche voce si levò: - Fratello, - gli gridarono - non vieni? Fratello, a lui fratello? Lui non aveva fratelli. Era un mercante e per lui non c'erano che clienti a cui vendeva e fornitori da cui comprava.
Per tutta la vita era stato avido e avaro e non gli importava chi fossero i suoi clienti e che cosa facessero.Ma dove andavano? Si mosse un po' curioso. Si unì a un gruppo di vecchi e di fanciulli.
Fratello! Oh, certo, sarebbe stato anche bello avere tanti fratelli!
Ma il suo cuore gli sussurrava che non poteva essere loro fratello.
Quante volte li aveva ingannati? Piangeva miseria per vender più caro.
E speculava sul bisogno dei poveri. E mai la sua mano si apriva per donare.
No, lui non poteva essere fratello di quella povera gente che aveva sempre sfruttata, ingannata, tradita. Eppure tutti gli camminavano a fianco.
Ed era giunto, con loro, davanti alla Grotta di Betlemme. Ora li vedeva entrare e
nessuno era a mani vuote, anche i poveri avevano qualcosa. E lui non aveva niente, lui che era ricco. Arrivò alla grotta insieme con gli altri; s'inginocchio insieme agli altri. - Signore, - esclamò - ho trattato male i miei fratelli. Perdonami. E cominciò a piangere. Appoggiato a un albero, davanti alla grotta, il mercante continuò a piangere, e il suo cuore cambiò. Alla prima luce dell'alba quelle lacrime splendettero come perle, in mezzo a due foglioline. Era nato il vischio.

Melanzane trifolate con ceci tostati ed erbe aromatiche

Submitted by Vinaigrette on Mer, 14/12/2011 - 07:42
melanzane_trifolate_con_ceci_tostati.jpg

ceci_tostati.jpg
Dopo tante dolcezze, come da post precedenti, una proposta salata, (ma non come i tempi che stanno correndo), che viene dalla garbatissima Laura la quale suggerisce, ulteriormente, l'aggiunta di semi di lino, anche questi tostati, non ancora personalmente sperimentata, ma in programma pressochè per l'immediato.

Ingredienti
per 4 persone:
500 gr di ceci lessati
2 belle grosse melanzane
1 scalogno (oppure una piccola cipolla rossa)
erbe aromatiche varie (basilico, timo, erba cipollina, origano...)
sale e olio extravergine di oliva q.b.
Preparazione
Lavate le melanzane, tagliatele a tocchetti, ponetele in uno scolapasta, spruzzatele di sale e lasciatele a perdere la loro acqua amarognola per almeno un ora. Intanto in una padella antiaderente fate rosolare i ceci ben sciacquati e scolati e tenete da parte. Nella stessa padella versate qualche cucchiaiata di olio e un pochino di acqua (meglio una spruzzata di vino bianco) e fate appassire la cipolla o lo scalogno e trifolate i cubetti di melanzane con le erbe aromatiche che più gradite. Aggiungete i ceci rimestate ed ecco fatto.

Biscotti al farro con gocce di cioccolato e corn flakes

Submitted by Vinaigrette on Mar, 06/12/2011 - 13:37
Biscotti al farro con gocce di cioccolato e corn flakes

Ancora pasticceria e bon bon. La imitazione di questi viene da Federica che , però, ha sostituito le gocce di cioccolato, previste nella ricetta originale, con cioccolato fondente sbriciolato. Se ne condivide la scelta dopo aver sperimentato e assaporato entrambe le versioni, purchè il cioccolato non venga polverizzato come, purtroppo, in una delle prove effettuate. L' utilizzo del frullatore piuttosto che del coltello ha determinato risultati poco soddisfacenti . Venuta meno la combinazione di croccantezza tra scaglie (o gocce) di cioccolato e corn fakes, gli interessanti pasticcini sono, tristemente, scivolati nella banalità (va detto, comunque, che non s'è buttato via niente).

Ingredienti
300 gr di farina di farro,
150 gr di burro
150 gr di zucchero
2 uova
150 gr di gocce di cioccolato
1/2 bustina di lievito
fiocchi di mais
Preparazione
Battere il burro ammorbidito a temperatura ambiente con le uova e lo zucchero. Aggiungere la farina il lievito e , da ultimo, le gocce di cioccolato. Amalgamare il tutto, formare delle palline, passarle nel corn flakes e infornare a 180° per 15/20 minuti. Una volta freddi potete conservarli in scatole di latta.

Contattami

E-Mail Us

Hai ricette o notizie di cucina che vuoi condividere?
Fai una segnalazione!

Commenti Recenti

Cose d'Abruzzo

Seguici