Insalata di Farro al Pesto di Noci con Rollè di Tacchino al timo e Capperi di Pantelleria

Submitted by Vinaigrette on Dom, 26/09/2010 - 14:51
Farro al pesto di noci con rolle di tacchino ai capperi di pantelleria

Come già spesso in precedenza, anche in questo caso il dire ha richiesto quasi più tempo che il fare. I passaggi sembrano tanti ma sono tutti piuttosto semplici e, in ogni caso, riguardano due ricette che si possono anche realizzare disgiuntamente e con abbinamenti diversi. Il pesto, poi, si può preparare anche con grande anticipo e in maggiori quantità da conservare in frigo per varie occorrenze come, per esempio, per condire la pasta, nel qual caso sarà buona cosa aggiungere grana o pecorino alla salsa prima dell'utilizzo.

Ingredienti

Per 6 persone
400 gr di farro

Per il pesto:
150 gr di gherigli di noci
150 gr di foglie di basilico
1 spicchio (due se piccolini) di aglio rosso
olio extravergine di oliva, sale, q.b.

per il rollè:
500 gr di polpa di tacchino
150 gr di olive verdi
60 gr di capperi di pantelleria (o quelli che avete)
qualche rametto di timo
2 albumi
una salsiccia

Brodo vegetale q.b.

Preparazione

Pesto:
Lavare delicatamente le foglie di basilico e asciugarle con un panno pulito.
Pestare al mortaio (o con il frullatore, o a mano) l'aglio, le noci e poi il basilico, raccogliete il tutto in una ciotola con una spatola, versate a filo l'olio e mescolate fino ad ottenere una salsa densa, ma non troppo, aggiustate di sale e tenete da parte.

Farro:
Cuocete il farro secondo le indicazioni della confezione, scolatelo, passatelo in acqua fredda e conditelo con il pesto appena preparato (o preparato in precedenza e tenuto in frigo).

Brodo vegetale:
preparate il brodo vegetale in una pentola capace di contenere anche il rollè, mettendo insieme: acqua. una carota, un bel gambo di sedano con qualche foglia, un pomodorino un pezzetto di cipolla.

Rollè:
Frullate prima di tutto le olive con i capperi (non dissalati) e mezzo cucchiaino di foglie di timo, aggiungete nel bicchiere del frullatore il tacchino a pezzetti al quale avrete tolto tutti i filamenti, e i due albumi e azionate di nuovo il frullatore per qualche secondo.
Formate, sopra un foglio di pellicola trasparente (assolutamente sena ftalati - leggete l'etichetta) un rettangolo al centro del quale mettereta la salsiccia. Arrotolate e stringete in modo da formare un salsicciotto di circa 8-10 cm di diametro. Buttate il rollè nel brodo vegetale bollente, srotolando la pellicola e cuocete per 15 minuti. Togliete quindi dal brodo, fate raffreddare, effettate e sistemate in un piatto da portata con al centro il farro al pesto di noci.

Spaghettini integrali ai moscardini

Submitted by Vinaigrette on Gio, 16/09/2010 - 21:54
spaghettini integrali con moscardini

Per chi ha bisogno di ricette semplici e soprattutto rapide: questa. Più facile di così non sembra si possa e la velocità di esecuzione è d'obbligo.
I moscardini (piccoli e saporiti molluschi) ve li fate pulire dal pescivendolo (con l'occasione chiedete di insegnarvi l'operazione, che non è difficile) , gli spaghettini integrali li comprate al supermercato (Barilla ne fa di buoni) l'acqua e la pentola la mettete voi come pure il prezzemolo e l'aglio (che dovreste avere in casa altrimenti il fruttivendolo può venirvi in aiuto). Assemblate il tutto e servirete "uno spaghetto" che vi meriterà il plauso dei degustatori. Il segreto è cuocere pochissimo i moscardini (max 3 minuti) altrimenti induriscono e il plauso verrà rimandato ad occasione successiva, auspicabilmente più propizia.

Ingredienti
per 4 persone
250-300 gr di piccoli moscardini
350 gr di spaghettini integrali (o più)
mezzo bicchiere di olio extravergine di oliva
aglio, prezzemolo,
peperoncino o pepe (facoltativi)
sale q.b.
Preparazione
Pulite i moscardini, lavateli velocemente in acqua corrente, spruzzateli di sale. Cuocete gli spaghettini in abbondante acqua salata, nel frattempo scaldate l'aglio nell'olio (volendo con un pezzetto di peperoncino) e buttate i moscardini, rigirateli subito, scolate gli spaghettini e fateli saltare velocemente nella stessa padella dei moscardini, servite con una spolverata di prezzemolo tritato finissimo e volendo un pizzico di pepe.

Marmellata ai petali di rosa

Submitted by Vinaigrette on Mer, 08/09/2010 - 21:17
Petali di rose

Chi frequenta meaculpa assiduamente (grazie grazie) si è accorto dell'inserimento di una nuova sezione con tanto di relativo banner intitolato alle "Cose D'Abruzzo", quale piccolo tributo ad una regione che ha veramente tanto da offrire a residenti e visitatori.
Va bè, la marmellata alle rose non è cosa tipica abruzzese, ma i petali appartengono, o meglio appartenevano a rose assolutamente DOC dunque la collocazione nell'apposita sezione risulta oltremodo azzeccata :).
Le ricette seguite per realizzare le marmellate sono state due una con l'aggiunta di mele l'altra con i petali pestati nel mortaio.
Quella che segue è la prima copiata sul sito http://www.natsabe.it con la riduzione di parte dello zucchero (400 piuttosto che 500 gr)

Ingredienti
marmellata ai petali di rose

200g di petali freschi di rose molto profumate e colorate
200g di mele
400g di zucchero
succo di mezzo limone
200ml di acqua

Preparazione
Lavare delicatamente i petali di rose e asciugarli con un panno pulito.
Sistemare in una pirofila i petali di rosa, la mela spezzettata, il succo di limone e l'acqua.
Cuocere a fuoco moderato fino a quando la purea ha raggiunto la consistenza desiderata.
gelatina di rose

A questo punto aggiungere lo zucchero e terminare la cottura facendo attenzione che la marmellata non attacchi al fondo.
La marmellata è pronta per l'uso immediato, se lo si desidera può essere conservata per 1 o 2 giorni in frigo.
Volendola conservare più a lungo sarà necessario invasarla in barattoli di vetro a chiusura ermetica e sterilizzare i vasetti in acqua bollente per 30-45 minuti..

Buone Vacanze 2010

Submitted by Vinaigrette on Mer, 11/08/2010 - 14:24
Faggeta Ateleta

"Avanza sulla scia dell'arcobaleno,
avanza sulla scia di una canzone,
e tutto sarà bello per te.
C'è una strada fuori da ogni oscura foschia,
oltre la traccia dell'arcobaleno."

Canto Navajo

Faggeta Ateleta (AQ) per ritemprare mente e corpo

Insalata quasi greca

Submitted by Vinaigrette on Mar, 10/08/2010 - 21:24
pomodori e cetrioli
insalata greca

Ingrediente fondamentale per questa insalata è il tradizionale formaggio greco Feta, ottenuto da latte di pecora e capra, fatto maturare in salamoia per due/tre mesi
Per essere del tutto greca, all'insalata della foto occorrerebbe aggiungere fettine di cipolla,poco gradita ai destinatari. Certo è che in estate le insalate con i prodotti di stagione oltre ad essere decisamente fresche e gustose, sostengono di molto la diminuita propensione alla permanenza intorno a fuochi e fornelli.

Ingredienti
Per 4 persone:
4 pomodori
1 cipolla rossa di medie dimensioni
1 cetriolo
100 gr si olive greche (possibilmente)
150gr. di formaggio FETA
qualche fogliolina di origano
olio extravergine d’oliva
sale q.b. pepe (volendo)
Preparazione
Lavate, tagliate gli ortaggi e poneteli in un piatto da insalata, aggiungete il formaggio tagliato a tocchetti e le olive, irrorate il tutto con olio evo, aggiungete sale e pepe come di gusto

Contattami

E-Mail Us

Hai ricette o notizie di cucina che vuoi condividere?
Fai una segnalazione!

Commenti Recenti

Cose d'Abruzzo

Seguici