Fairtrade TransFair Italia

Submitted by Vinaigrette on Dom, 10/05/2009 - 21:31
Argomenti:
fair trade logo horizontal
Fairtrade TransFair è il marchio di certificazione del Commercio Equo e Solidale in Italia. E’ un consorzio senza scopo di lucro costituito da organismi che operano nella cooperazione internazionale, nella solidarietà e nel Commercio Equo e Solidale, nato nel 1994 per diffondere nella grande distribuzione i prodotti del mercato equo.
Fairtrade TransFair fa parte di Flo (Fair Trade Labelling Organisations), il coordinamento internazionale dei marchi di garanzia, insieme ad altri 21 marchi che operano in Europa, Stati Uniti, Canada, Australia, Nuova Zelanda, Messico e Giappone. In pratica, Fairtrade TransFair garantisce che i prodotti con il suo simbolo, che si possono trovare nei supermercati, siano stati lavorati senza causare sfruttamento e povertà nel Sud del mondo e siano stati acquistati secondo i criteri del Commercio Equo e Solidale. Così il cioccolato, il cacao, il tè, il caffè, le banane, il succo d’arancia, il miele, il riso ma anche i palloni da calcio e presto altri nuovi prodotti, saranno più buoni sia per i consumatori che per i produttori.
Il sistema FLO – Fairtrade TransFair, attraverso 70 aziende licenziatarie, lavora nel mercato italiano con 55 gruppi di produttori di Africa, Asia e America Latina coinvolgendo circa 600.000 persone nel Sud del Mondo. Sono organizzazioni prevalentemente cooperativistiche, che si impegnano ad una gestione collettiva e democratica della loro struttura e ad impiegare parte dei ricavi in progetti di sviluppo sociale per le comunità e il territorio. Spesso il margine di guadagno Fair Trade consente loro di rendere più agevoli le vie di comunicazione, di accedere all'acqua potabile e all'energia elettrica, di costruire scuole ed ambulatori medici.
Nelle produzioni in cui non è possibile la gestione cooperativistica (come le arance, le banane o la lavorazione semindustriale dei palloni), l'inserimento di aziende nel circuito del Commercio Equo e Solidale è subordinato alla costituzione di un fondo per i lavoratori, del rispetto dei diritti sindacali, della corresponsione di un salario adeguato.
I PRODOTTI CERTIFICATI
Caffè, cacao, banane, miele, succo d'arancia, ananas, mango, tè ma anche palloni, cotone prodotti senza sfruttamento dei lavoratori. Da oggi i consumatori possono contare su una vasta gamma di prodotti certificati dal marchio Fairtrade TransFair per sposare la spesa con la solidarietà. Le materie prime provenienti dal Sud del mondo non rappresentano un mercato marginale: il caffè, dopo il petrolio, è il prodotto più commercializzato al mondo, quotato alla Borsa di New York dove ogni giorno si giocano i destini di milioni di piccoli produttori del Sud del mondo.
Dal 1995 sono sempre di più le famiglie che cercano il marchio di garanzia Fairtrade TransFair negli scaffali dei supermercati: è un bollino che certifica la provenienza dalle organizzazioni del Sud del mondo, iscritte ai registri di FLO Così, il consumo dei prodotti equi certificati è passato dai 3 milioni di euro del primo anno ai 35 milioni di euro del 2006 e di pari passo sono aumentate le catene della grande distribuzione che hanno deciso di inserire le referenze equosolidali nei loro punti di vendita. Anche negli altri Paesi in cui è presente il sistema di certificazione di FLO, l'aumento delle vendite dei prodotti equosolidali ha conosciuto una crescita media del 20% annuo, segno che sempre più consumatori chiedono un commercio rispettoso dei diritti dei lavoratori.
www.equo.it
Ti piace questo post? Dillo ai Tuoi amici!
Condividi questo Post sul Tuo network preferito!
Share this

Contattami

E-Mail Us

Hai ricette o notizie di cucina che vuoi condividere?
Fai una segnalazione!

Commenti Recenti

Cose d'Abruzzo

Seguici